“Il Congresso provinciale del Pdl di Lecce, culminato ieri con la vittoria della mozione Gabellone ci riempie di soddisfazione in primo luogo per la grande partecipazione degli oltre 10mila votanti, poi per la piena legittimazione di una classe dirigente eletta dalla base”.

Lo dichiara in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione Puglia, Rocco Palese. “Che il nostro fosse un partito con più di un’anima era cosa risaputa, un dato di fatto che parte dalla nascita del Pdl nel quale sono confluiti partiti e persone provenienti da diverse esperienze politiche ma tutti accomunati da valori moderati umani e politici alternativi alla sinistra. La grande novità che ci riempie di soddisfazione è che queste anime si sono dimostrate nei fatti capaci di dialogare e confrontarsi presentandosi alla propria base affinché essa scegliesse i propri vertici. La mozione e la lista Gabellone hanno raccolto i tre quarti dei consensi e ad Antonio Gabellone vanno i miei fervidi auguri di buon lavoro e la scontata ma totale garanzia di piena e totale collaborazione. D’altro canto non può che far onore ad Erio Congedo l’aver da sempre, e anche oggi, dichiarato altrettanta collaborazione e grande unità d’intenti, al netto del risultato congressuale, nell’affrontare le prossime elezioni amministrative di Lecce”.

“La soddisfazione e l’orgoglio per il 75% dei voti su base provinciale ottenuto dalla mozione e dalla lista Gabellone, sono per noi motivo di grande responsabilità e di rinnovato impegno nel costruire un partito unitario, forte e capace di confermare il governo di centrodestra per il Comune di Lecce. Il Congresso di ieri ha visto grande partecipazione ed entusiasmo da parte dei nostri militanti che con il loro voto hanno chiarito le posizioni ed il peso delle anime che democraticamente e naturalmente convivono in un grande partito come il nostro, nato dalla fusione di partiti e movimenti che si riconoscono nel nostro progetto politico”.
Lo dichiara in una nota il consigliere regionale salentino del Pdl, Roberto Marti.
“Fa onore ad Erio Congedo, come ad Antonio Gabellone, l’aver fin da subito chiarito che questo confronto leale, aperto e democratico non influirà minimamente su quel che da oggi il nostro partito è chiamato a decidere e sulle posizioni da assumere prima alle primarie e poi alle elezioni per il Comune di Lecce. Siamo certi che da oggi, pur consapevoli ciascuno del proprio peso all’interno del partito, lavoreremo tutti insieme e fin da subito già sui primi intenti dichiarati da Antonio Gabellone, che sono gli stessi annunciati nei giorni scorsi da Raffaele Fitto e mirano a ritrovare il dialogo, il confronto, le alleanze con tutti coloro che a Lecce si ritengono alternativi alla sinistra”. 

“Il primo congresso provinciale del Pdl di Lecce ci consegna un ottimo risultato sia in termini di mobilitazione e partecipazione generale, sia in termini di risultati ottenuti da Antonio Gabellone e dalla sua lista”.Lo dichiara in una nota l’europarlamentare salentino del Pdl, Raffaele Baldassarre.”È un risultato che ci riempie di soddisfazione perchè dimostra che siamo un partito vivo la cui base è pronta a partecipare per compiere le proprie scelte ed è un risultato che ci rende tutti più sereni, spazzando via polemiche, rivendicazioni, dietrologie sui numeri e sul peso di ciascuno e lasciando sul tappeto un risultato chiaro e netto che ora ci chiama tutti ad una maggiore responsabilità  e ad un maggiore impegno: la nuova classe dirigente del Pdl leccese esce forte e più unita dal Congresso ed è chiamata tutta insieme ad impegnarsi al massimo per le prossime elezioni amministrative di Lecce per dare risposte a tutti i nostri militanti e tesserati che con il loro voto hanno democraticamente scelto e stabilito delle proporzioni. Siamo certi che, a prescindere dall’esito congressuale che ha visto prevalere nettamente la lista Gabellone, con i tre quarti dei consensi, tutto i Pdl leccese si presenterà  unito e contribuirà  alla nostra prossima vittoria elettorale”

A nome mio personale – dichiara Ugo Lisi – e di tutto il gruppo di amici che, provenendo da Alleanza Nazionale sono confluiti del Popolo della Libertà, sostenendo, nei giorni scorsi, la mozione congressuale di Antonio Gabellone, giungano al neo Coordinatore provinciale i più sentiti e sinceri auguri di buona lavoro.
Il confronto libero e democratico che si è realizzato sabato e domenica in seno al nostro partito dimostra quanto sia vivo e partecipato il dibattito interno, un dibattito in perfetta sintonia con ciò che i cittadini dei nostri territori, con i quali siamo quotidianamente a contatto, sempre più ci chiedono in ordine alle problematiche di carattere economico e sociale.
Sono certo che Antonio Gabellone, all’indomani di un’attestazione personale entusiasmante, saprà riconoscere l’apporto fondamentale di tutti, di ogni singola componente, inclusa la nostra che, in questi anni di operoso e silenzioso lavoro, non ha mai alzato i toni ed ha sempre preferito pensare all’interesse generale e al bene del partito, senza lasciarsi andare ad alcuna polemica.
Il Presidente Gabellone è l’uomo giusto al posto giusto, poiché ha dimostrato di saper valorizzare la dialettica interna come autentica linfa vitale per la crescita del Pdl.

Nota del Consigliere regionale PdL, Mario Vadrucci: “Rivolgo le mie felicitazioni al Presidente Antonio Gabellone, neo coordinatore provinciale del Pdl. Sono sicuro che quella di Antonio Gabellone, persona seria, onesta e corretta, sia la scelta giusta per la guida di un partito che, ora più che mai, ha bisogno di tutto il nostro impegno per uscire da un periodo difficile e problematico per tanti aspetti. Rivolgo i miei complimenti anche al consigliere regionale Saverio Congedo che si è battuto tenacemente e coerentemente in questo congresso provinciale. Sono convinto che solo attraverso una leale collaborazione fra le diverse anime del partito (che sono punto di forza e non di debolezza) si possano ottenere dei risultati sempre più importanti per il Pdl e per il centro destra salentino”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno + sedici =