Con l’informativa dell’assessore alla protezione civile Fabiano Amati sulle avverse condizioni atmosferiche presenti sulla nostra regione sin dalla scorsa settimana si è aperta la seduta del Consiglio regionale presieduto da Onofrio Introna.

Alla relazione dell’assessore Amati  è abbinato l’ordine del giorno a firma Boccardi, Bellomo, Palese, Gatta, venticelli, Disabato e Lanzillotta sulla richiesta dello stato di emergenza per eventi meteorologici. Alla relazione seguirà il dibattito.
Successivamente l’aula affronterà gli argomenti iscritti all’ordine del giorno, a partire dal disegno di legge sulla composizione del Collegio dei Sindaci degli Istituti autonomi case popolari, a seguire la proposta di legge a firma Negro e Longo di modifica alla legge regionale sul cosiddetto ‘Piano casa’.
Torna in commissione la proposta di legge di iniziativa popolare su norme per la sicurezza, la qualità ed il benessere su lavoro. La Conferenza dei presidenti – ha spiegato il presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna – ha inoltre concordato l’esame di tre ordini del giorno: “inclusione della Valle d’Itria nel patrimonio mondiale dell’Unesco” a firma Bellomo, Pentassuglia e Sala; “attività della pesca in Puglia” a firma Ognissanti e Gatta; “bollette AQP case popolari di Lecce” a firma Maniglio
Seguono i lavori del Consiglio gli alunni dell’istituto tecnico industriale “Da Vinci” e del liceo scientifico “Maiorana” di Mola di Bari e dell’istituto comprensivo “Valesium” di Torchiarolo, accompagnati dai rispettivi insegnanti.  Si tratta delle prime 43 scuole selezionate per partecipare alla nona edizione del progetto “Il Consiglio regionale si fa conoscere”, curato dal Servizio biblioteca e comunicazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

nove + 6 =