Confindustria Lecce e Cgil, Cisl e Uil, dando seguito all’intesa siglata a livello nazionale il 20 dicembre 2011, hanno sottoscritto il 25 gennaio u.s. un Accordo Quadro volto a consentire alle imprese aderenti a Confindustria Lecce, l’accesso a benefici fiscali sulle componenti accessorie della retribuzione, corrisposte in relazione ad incrementi di produttività.

Tale accordo, come per l’anno 2011, consentirà alle imprese di usufruire della detassazione per l’anno 2012 degli importi correlati ad incrementi di produttività, qualità, innovazione ed efficienza organizzativa. L’accordo prevede di estendere il beneficio fiscale anche alle sedi o agli stabilimenti situati al di fuori della provincia.

In un momento particolare come quello attuale, si intende venire incontro alle esigenze delle imprese che, pur trovandosi in crisi di liquidità, necessitano, per riprendere a crescere di incrementare la propria produttività.

L’Accordo consente, infatti, alle imprese di versare un’aliquota inferiore (pari al 10%) a quella ordinaria, per lavoro supplementare, straordinario, in turni, notturno, festivo e domenicale, premi presenza, premi di bilancio ed ogni altro elemento retributivo, rivolto ad incrementare la produttività aziendale, senza la necessità di contrattare a livello aziendale con il sindacato, la defiscalizzazione in parola.
Pertanto, i lavoratori percepiranno un netto in busta paga superiore rispetto al passato e ciò consentirà loro di godere di una maggiore capacità di acquisto e di spesa, contribuendo a far riprendere anche il nostro sistema.