Il Distretto Socio Sanitario di Martano, in collaborazione con l’Assessorato alla Salute e ai Servizi Sociali del Comune di Calimera, inaugura domani sera alle ore 18,00, presso la biblioteca comunale “A. Moro” del Comune di Calimera, una serie di incontri di prevenzione dal titolo “Dialogo con le madri”

, organizzati dal Consultorio Familiare e dai pediatri di libera scelta, sull’importanza delle cure primarie nei primi anni di vita del bambino. All’incontro inaugurale prenderanno parte il dr. Donato Carcagnì, Direttore del Distretto Socio Sanitario di Martano, il Sindaco di Calimera, Giuseppe Rosato, il dott. Brizio Colella, psicologo consultoriale,  ed i pediatri Rita Campanelli ed Antonio Zecca.
Il progetto intende dare delle risposte ai tanti genitori che chiedono di poter avere uno spazio riservato in cui poter parlare delle difficoltà legate alla crescita dei propri figli.
Tutti noi sappiamo che genitori non si nasce, ma sappiamo anche che le funzioni genitoriali si acquisiscono poco alla volta, seguendo i tempi della crescita evolutiva del bambino: se è vero che non esiste un bambino senza una madre, è pur vero che la madre deve essere capace di aiutare e sostenere il figlio nella sua crescita evolutiva.A questa funzione è chiamato anche il padre che con la sua autorevolezza accompagna la madre e rassicura il bambino permettendogli di vivere in un ambiente tranquillo e sicuro. L’idealizzazione del figlio, seppur è indispensabile prima della sua nascita e nei mesi immediatamente successivi al parto, può diventare, se mantenuta a lungo da entrambi i genitori, un vero e proprio ostacolo alla sua crescita. L’opposto della idealizzazione è la denigrazione o la svalorizzazione di ciò che il bambino fa o dice: questo atteggiamento del genitore non è di poco conto ed è molto più radicato di quanto non si pensi. Il più delle volte il genitore non si accorge di essere svalutante nei confronti del figlio ma ciò non alleggerisce la sofferenza del bambino.Per tutte queste ragione, il consultorio familiare di Calimera, in collaborazione con i pediatri di libera scelta, promuove -attraverso la tecnica del problem solving- degli incontri con i genitori organizzati in piccoli gruppi per poter parlare senza alcun timore della crescita dei figli e dei vissuti emotivi che la accompagnano. Il progetto (attraverso la tecnica del counseling) intende quindi favorire e sviluppare nelle madri e, più in generale, nelle coppie che si apprestano a diventare genitori, una cultura educativa che metta in primo piano l’importanza delle cure primarie nella relazione madre-figlio: “cure primarie” che, purtroppo, a volte vengono sostituite, o peggio ancora, camuffate da false convinzioni o da comportamenti errati che imprigionano il bambino non permettendo il pieno sviluppo del suo Io. A questo si aggiunga che il disagio infantile è per il bambino tanto più devastante quanto più rimane in una zona d’ombra non visibile, non colto, e quindi destinato ad essere dimenticato. Da un’infanzia infelice non si guarisce facilmente.
Per ottimizzare il lavoro e per la formazione dei gruppi è necessario contattare il servizio di psicologia del consultorio familiare di Calimera ai numeri 0832 873354 nei giorni di martedì, mercoledì e venerdi’.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

15 + nove =