Tornano a incrociare le braccia i 400 dipendenti della Intini Source spa, impegnati nelle pulizie nelle scuole della provincia. È previsto per domani mattina a partire dalle 8.30, di fronte al liceo A.Moro di Maglie. I sindacati chiedono l’intervento del Prefetto.

“Il livello di esasperazione dei dipendenti a è ormai al culmine- commentano dalla FILCAMS Cgil, FISASCAT Cisl, UILTUCS Uil -. Lo stipendio non arriva: cosa che si verifica, ormai da mesi, puntualmente. Le mensilità arretrate, i ritardi continui nella corresponsione delle retribuzioni, l’incertezza costante della propria condizione economica e occupazionale stanno mettendo a dura prova la pazienza dei lavoratori. Cresce il disagio economico dei lavoratori e delle loro famiglie, aumenta il disagio sociale”. Per questo i sindacati di categoria hanno scritto al Prefetto di Lecce per segnalare la grave situazione in cui versano da tempo i lavoratori e l’atteggiamento, ritenuto “decisamente poco chiaro”, dell’Azienda di cui sono dipendenti. Si chiede al Prefetto di convocare un incontro con le parti interessate per ricercare insieme una soluzione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × cinque =