Il Commissario Straordinario del Comune di Gallipoli, dott. Vincenzo Petrucci, ha approvato il regolamento per l’utilizzo del teatro comunale intitolato a Giuseppe Garibaldi e situato nel cuore del centro storico, a pochi metri dalla sede municipale di Palazzo Balsamo.

Il regolamento, strutturato in 10 articoli, contempla la possibilità di concessione dell’antica e pregevole struttura in favore di privati, enti ed associazioni per la realizzazione di pubblicazioni, documentari, prodotti multimediali, servizi fotografici, riprese radiotelevisive, cinematografiche ed altre iniziative di promozione culturale compatibili col decoro e la tradizione dello stesso, previa autorizzazione dirigenziale. Tale concessione, ha di norma carattere oneroso (secondo il tariffario previsto dallo stesso regolamento) è subordinata alla richiesta da presentare all’ufficio cultura del Comune almeno 30 giorni prima della prima della data fissata per l’iniziativa che si intende svolgere ed è fruibile per non più di due volte all’anno in forma gratuita (ai fini di promozione culturale del territorio), per le associazioni iscritte all’albo comunale. Ovviamente, nel caso di più richieste per lo stesso  giorno, verrà data la precedenza in base al numero di acquisizione dell’istanza al protocollo generale dell’Ente. Tra gli obblighi dei richiedenti vi sono anche il costo del servizio di vigilanza antincendio del corpo provinciale dei Vigili del Fuoco, gli adempimenti Siae,  il certificato di agibilità All’Enpals (ove ricorra) e la copertura assicurativa nei confronti delle maestranze e di chiunque si trovi ad operare all’interno del Teatro per loro conto. Inoltre il richiedente dovrà presentare anche  una dichiarazione attestante che gli impianti e le attrezzature installate provvisoriamente (luci, service audio, scenografie, strumenti musicali, tutti a totale carico dell’istante) sono conformi alle norme in materia di sicurezza.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.