Da diversi giorni era arrivata alle orecchie dei carabinieri la notizia che a Miggiano, era molto attivo nell’attività di spaccio di hashish un insospettabile, così è iniziata una serie di controlli e pedinamenti che hanno portato all’arresto di un 36enne di Miggiano

,Oronzo Carbone, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nonostante in un primo momento la faccenda sembrasse poco verosimile, i Carabinieri hanno iniziato i controlli per verificare la veridicità di quanto appreso. Sin da subito, invece, alcuni comportamenti si sono rivelati anomali e, soprattutto, esattamente corrispondenti alle informazioni assunte. Con frequenza pressoché quotidiana, infatti, l’uomo, da solo, usciva di casa intorno alle 21:00 per farvi rientro dopo circa un’ora. Accertata la sistematicità di questa abitudine, nei giorni successivi i Carabinieri hanno organizzato dei servizi per verificare cosa facesse Oronzo CARBONE durante il tempo trascorso al di fuori dell’abitazione. Anche in questo caso sono giunte ulteriori conferme alle informazioni raccolte dato che la persona controllata raggiungeva posti notoriamente frequentati da consumatori sia abituali che occasionali di sostanze stupefacenti oppure si incontrava con tali persone e quindi tornava nella sua abitazione. Ieri sera, nel corso dell’ennesimo servizio di osservazione, i Carabinieri della Stazione di Specchia sono entrati in azione. Appena Oronzo CARBONE è uscito dal portone di casa i militari lo hanno raggiunto. Alla vista degli investigatori l’uomo, resosi conto di essere stato ormai incastrato, ha consegnato spontaneamente quattro pezzi di hashish accuratamente confezionati e del peso complessivo di dodici grammi. L’atteggiamento collaborativo non ha evitato che il controllo venis se esteso alla sua abitazione. A casa di Oronzo CARBONE, all’interno del comodino della camera da letto, i militari hanno trovato altri cinque pezzi di hashish, per un totale di ulteriori trentatré grammi di sostanza stupefacente, nonché un bilancino di precisione. Portato presso gli uffici della Stazione Carabinieri di Specchia, Oronzo Carbone è stato dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Dell’avvenuto provvedimento è stato informato il P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce, dr.ssa Mininni.