foto A. CastelluzzoLa nota del consigliere comunale Wojetek pankiewicz rimarca ciò che in questi giorni ha scatenato delle polemiche in città. Il centro di accoglienza promesso da Perrone non è stato mai realizzato e i senzatetto continuano a dormire all’addiaccio nonostante le temperature rigide

 

Il rapporto sulla povertà, di recente pubblicato dalla Caritas di Lecce, ha messo in evidenza un disagio sociale che appare sempre più diffuso anche a Lecce. Nonostante ciò, la Giunta Perrone ha continuato a dormire.

Il freddo di questi giorni, che le previsioni ci dicono che si protrarrà ancora, ha risollevato il problema del popolo degli invisibili e senzaletto. La stazione ferroviaria resta il rifugio preferito per decine di loro. Lì trascorrono al freddo e al gelo le ore della notte, quelle più rigide. Altri, bussano al dormitorio della Caritas, l’unico in città, – che vergogna per il Comune! – presso la chiesa dell’Idria. Qui ogni sera 15 richiedenti asilo trovano un letto con le coperte ed anche il calore dei volontari.

Di fronte a queste “non persone” c’è la “non amministrazione” del sindaco Perrone, il quale è solo capace, una volta all’anno, di strumentalizzare i poveri per realizzare lo spot propagandistico di invitarli a un pranzo di beneficenza, nel corso del quale poi si fa fotografare e riprendere dalle telecamere mentre col grembiulino serve a tavola..

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sedici − dieci =