A 10 anni dalla sua scomparsa, la Puglia rende omaggio al grande Carmelo Bene con un Festival itinerante interamente dedicato a lui. Il poliedrico e controverso artista, scomparso a Roma il 16 marzo 2002, considerato tra i massimi esponenti della cultura italiana,sarà ricordato con un grande tributo in programma tra Lecce, Otranto e Bari

Particolarmente originale l’omaggio predisposto dalla Provincia di Lecce con il supporto del Museo “Sigismondo Castromediano” di Lecce e la collaborazione del noto regista salentino Edoardo Winspeare e della costumista Antonella Cannarozzi, candidata al premio Oscar 2011 per i costumi del film “Io sono l’amore” di Luca Guadagnino.  L’iniziativa, che vede promotore e partner la Provincia di Lecce, sarà presentata mercoledì 1 febbraio in una conferenza stampa a Roma, alla presenza della vice presidente Simona Manca e del consigliere provinciale Francesco Bruni

Nel suggestivo scenario barocco offerto dalla Chiesa di San Francesco della Scarpa a Lecce, il 16 marzo prossimo, sarà realizzato un “tableau vivant” con i costumi di scena originali utilizzati da Carmelo Bene. La performance sarà messa in scena da Luigi Presicce, artista invitato a Kassel 2012, la più importante rassegna d’arte contemporanea del momento, con la regia di Edoardo Winspeare e la coreografia dei costumi di scena di Antonella Cannarozzi. Un set work in progress sarà aperto al pubblico e nel backstage saranno ospitati importanti personalità del mondo dello spettacolo. Le riprese prodotte saranno montate in un video a cura della società di produzione Saietta Film, che sarà proiettato nell’ambito di una mostra tematica allestita nel Museo provinciale “Castromediano”, a Lecce. Le sale del complesso museale provinciale ospiteranno, inoltre, costumi di scena, arredi e libri personali di Carmelo Bene. La mostra sarà aperta al pubblico dal 20 marzo al 30 giugno.

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 + 11 =