Foto di Antonio CastelluzzoI deputati Alfredo Mantovano e Francesco Boccia hanno incontrato stamane a Bari il direttore della filiale regionale della Banca d’Italia dott. Giorgio Salvo, e subito dopo i vertici regionali dell’ABI: il dott. Alessandro D’Oria, il dott. Vito Primiceri e il dott. Vincenzo Panzarino, rispettivamente presidente, vicepresidente e segretario della Commissione regionale ABI Puglia.

Nel corso degli incontri, in particolare in quello con l’ABI, dopo una disamina dei flussi creditizi in atto nel territorio regionale, e in particolare sul divario crescente fra impieghi e raccolta del risparmio, si è concentrata l’attenzione sui percorsi per rendere l’accesso al credito meno difficile soprattutto per le imprese e per gli operatori economici che diano prospettiva di tenuta del mercato. Nell’immediato futuro, la riattivazione degli Osservatori del credito, sopratutto di quello regionale, può essere l’occasione, se ben gestita e se ci si pone obiettivi chiari, non di una mera ricognizione dell’andamento del credito, ma anche un confronto franco sulle dinamiche e sulle causali dello stesso e su come i destinatari delle risorse finanziarie ne fruiscano con minori ostacoli. Le riunioni già convocate – a cominciare da quella di Lecce, del 27 febbraio – permetteranno di comprendere se e in che misura ciò sarà realmente possibile. Parallelamente i due parlamentari hanno annunciato la volontà di promuovere un intergruppo parlamentare sull’accesso al credito, con lo scopo di stabilire una interlocuzione stabile, non occasionale, con le articolazioni del Governo nazionale istituzionalmente impegnate su questo fronte; il primo obiettivo da raggiungere è verificare la realizzazione di un fondo di garanzia, teso alla ristrutturazione delle pendenze debitorie, per lo meno delle imprese per le quali la crisi di liquidità costituisce un fattore momentaneo.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

7 − uno =