Foto Antonio Castelluzzo”Sarah mi parlava dell’amicizia di Sabrina con Ivano, che Sabrina voleva più di un’amicizia, ma Ivano non la voleva come compagna. E Sarah criticava l’atteggiamento di Sabrina, diceva che Sabrina non nascondeva il suo interesse per Ivano”. Lo ha detto Concetta Serrano Spagnolo, mamma di Sarah Scazzi, nel corso della sua deposizione

in Corte d’Assise a Taranto. ”Sarah – ha aggiunto Concetta Serrano – mi parlava di Ivano come di un semplice amico. Ascoltai invece una telefonata durante la quale Sarah diceva a Sabrina di lasciar perdere Ivano visto che la respingeva. Disse: ‘Non ti vuole? Io gli avrei tirato un calcio”’. La mamma di Sarah ha anche detto che Sarah e Sabrina d’estate uscivano quasi tutti i giorni insieme. ”A casa, Sarah – ha osservato Concetta – era come figlia unica, soffriva un po’ di solitudine. Frequentava l’abitazione dei Misseri e i rapporti sembravano buonissimi. Negli ultimi tempi però si lamentava di Sabrina e io le dissi di lasciarla perdere”.
”Il mio rapporto con Sarah era confidenziale. Mai mi parlo’ di aver avuto problemi con zio Michele o di aver subito molestie. Lo zio aveva sempre imbarazzo a parlare delle donne”. Lo ha detto il fratello di Sarah Scazzi, Claudio, 26 anni, chiamato per primo stamane a deporre nell’aula dove intorno alle 11 e’ cominciata l’udienza del processo per l’omicidio della 15enne uccisa il 26 agosto 2010 ad Avetrana. Il giovane ha riferito di aver vissuto a San Pancrazio Salentino e poi di essersi trasferito a Milano per motivi di lavoro. Nell’estate del 2010, Claudio rientrò ad Avetrana il primo agosto per trascorrere le ferie fino al 21 dello stesso mese. Con la sorella – ha detto – si sentiva telefonicamente quasi ogni giorno.
”Appresi di una conversazione tra Mariangela Spagnoletti e Sabrina che parlavano di Sarah e una contestava all’altra che mia sorella attirava l’attenzione di Ivano e che se fosse andata con loro non sarebbero state più viste in maniera adeguata”. Lo ha detto nell’aula della Corte di assise Claudio Scazzi, rispondendo a una domanda specifica del pm Mariano Buccoliero. Il fratello di Sarah Scazzi ha poi detto di aver appreso da Alessio Pisello che Mimino Cosma, nipote di Michele Misseri, che spesso si recava a casa del contadino di Avetrana. Ma, a suo dire stranamente, dopo il ritrovamento del cellulare di Sarah sembrava sparito. Lui non lo aveva più visto nell’abitazione di Sabrina, come invece avveniva in passato.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.