E’ giunta alla sua ottava edizione Lecce Fashion Weekend, la rassegna di alta moda che ogni anno mette in vetrina i più grandi stilisti e le giovani promesse del made in Puglia e che quest’anno godrà dello splendido panorama di Piazza S. Oronzo.

 

Due serate all’insegna dell’alta moda tra sabato 4 e domenica 5 febbraio che avranno inizio alle ore 20.00 e che saranno condotte dalla giornalista de La7 Cinzia Malvini, che è anche curatrice della trasmissione M.O.D.A.

La rassegna è organizzata dall’agenzia “Alta Voce”, grazie al lavoro costante di Elisabetta Bedori e del Comune di Lecce e gode del patrocinio e della collaborazione anche della Camera di Commercio, dell’Unione Europea e della Regione Puglia.

Un evento di grande importanza quindi che mira a creare un polo di alta moda al Sud, pari a quelli di Milano, Roma, ecc.

Sono tantissimi gli stilisti affermati e gli aspiranti che mostreranno le loro creazioni durante le due serate, all’interno di uno speciale padiglione, il PalaSolaris,  tensostruttura innovativa completamente trasparente e riscaldata, fatta di telo-crystal, che consentirà agli invitati di stare comodamente seduti al caldo ed assistere alle due serate senza rinunciare allo spettacolo della piazza affollata.

Maria Ancona di Martina Franca, Tiberia De Giorgi e Daniela Verdesca Tzain di Copertino, Imagine di Luciana Monteforte di Uggiano La Chiesa e poi ancora Dilaine Alves Rodrigues di Roma ma che confeziona a Martina Franca, Corrado Scollo e Adriana Maria Calzetti, Beatrice Serlupi Crescenzi  dell’Accademia di Costume e di Moda a Roma, il famossimo Rossorame di Martina Franca e infine Tommaso De Matteis  e “L’Io Atelier” di Dolores  Mauro (Scuola di Rosanna Calcagnile a Lecce, saranno gli artisti che esporranno sabato sera, con la speciale partecipazione anche di Michele Gaudiomonte Couture  di Castellaneta.

Domenica invece tocca a Cardignan di Annarosa a Lecce, Degas – Doriangrè Les Sacs – Elata di  Lecce/Casarano, Alessandro D’Amico di Brindisi, Cinzia Padula di Campi Salentina, Così nero quasi blu di Roma ma che confeziona a Martina Franca, Davide Cristofaro ArtistaPoliedrico – Martina Franca, Massimo Orsini, Alessandra Campana, Irene Scigliano, Chiara  di Noi per  “IL FILO D’ANIMA” della Scuola di Rosanna Calcagnile di Lecce e infine CrisBerry  firma delle famose Cristel e Romina Carrisi.

Ad assistere alla rassegna non ci saranno soltanto cittadini curiosi e amanti dell’alta moda ma uno stuolo di possibili acquirenti, rappresentanti di importanti realtà commerciali che operano sul mercato europeo e asiatico. Ospiti anche diversi giornalisti di famose testate a livello nazionale – Donna Moderna, Fashion, Moda On Line, Glamour, Gioia, Word Fashion Tv – che verranno ospitati in questi giorni e che non solo aumenteranno il prestigio di questo evento ma contribuiranno ad una promozione turistica, visitando il nostro Salento.

La regia dell’evento sarà inoltre quella di Rossano Giuppa, che ha curato a Roma la recente sfilata di Cristel Carrisi e del brand martinese “Rossorame” per la rassegna “Roma New Generation”.

“E’ senza dubbio un grande evento”, spiega l’assessore alla cultura Massimo Alfarano, “che attira anche in bassa stagione tanta gente, tra curiosi e personale specializzato e il fatto di essere arrivati nel cuore pulsante della movida leccese e di aver conquistato la piazza principale ne dimostra il grande spessore. Dimostriamo sempre di più che Lecce è in controtendenza con i dati che vendono l’Italia meno impegnata in eventi culturali.”

“Lecce Fashion Weekend è in realtà il risultato di trent’anni da me dedicati,” aggiunge invece Elisabetta Bedori, di Alta Voce che ha organizzato l’evento. “dedicati alla moda, alla grafica, alla pubblicità, alla ricerca di nuovi talenti, all’organizzazione di eventi e, non ultimo, a un amore profondo che mi lega a questa meravigliosa e incredibile terra di Puglia, nella quale mi sono trasferita, da Milano, nel 1993. Ed è un evento che dimostra come l’impegno, la perseveranza e la lungimiranza, unitamente all’unione delle professionalità, diano grandi risultati in termini di visibilità e di crescita economica. Gli eventi moda e le sfilate come LFW sono infatti uno strumento fondamentale per dare corpo e visibilità alle creazioni degli stilisti pugliesi, e il mio magazine “Alta Voce” (free press), in uscita dopo ogni evento, continua a promuoverne le collezioni e il territorio insieme. Ho scoperto nell’arco di questi anni che proprio gli atelier più piccoli, i giovani stilisti, sono quelli che danno risultati straordinari. Spinti da una grandissima voglia di fare, sono loro più che mai che si mettono in gioco, si confrontano. Il loro entusiasmo spinge il nostro e il nostro spinge il loro, in uno scambio collaborativo e producente, motivato non da intercessioni miracolistiche, ma dalla sostanza di un’imprenditorialità che esiste per passione, vocazione, tenacia e desiderio di innovare realmente, mentre le aziende più grandi del territorio sembrano accartocciate su se stesse e questo, in questo periodo economico difficile, rappresenta un vero e proprio limite. Ma c’è anche una buona fetta di imprenditori che si è “risvegliata”, ci crede, vuole competere e non rassegnarsi, cosciente del valore che questo territorio ha da esprimere. Chi ha sbagliato a inquadrare il business, e ha portato avanti la sua visione senza considerare i macro-cambiamenti in atto, ora soffre, mentre unirsi per creare forza è indispensabile per mettere in campo progetti nuovi, prodotti di alto livello e una comunicazione di valore che si rivolga prevalentemente al mercato estero. Senza persistere nella lamentela o nella speranza che tutto arrivi senza investimenti mirati e di qualità: l’epoca dei “miracoli” è finita, è tempo di rimboccarsi tutti le maniche”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

otto − 4 =