Stop inatteso ma senza drammi e senza strascichi polemici per la Quarta Caffè MD Discount Monteroni che dopo le esaltanti vittorie contro Molfetta e MT Benevento torna dal Pala Silvestri con il gusto amaro di una sconfitta che fa male solo perchè la capolista ha buttato alle ortiche una ghiottissima occasione per allungare in classifica, stante il contemporaneo stop della Virtus Molfetta battuta ad Airola 78 a 76.

Eppure tutto sembrava essere incanalato nella giusta direzione con i gialloblù che nel primo quarto contengono la partenza sprint di Corvo e Soci riuscendo a chiudere in parità (22-22) una minifrazione di sostanziale studio e controllo. Nella secondo quarto la capolista sembra aver trovato le giuste misure sul parquet e dopo un inizio punto a punto piazza un parziale di 11 a 3 che al 15′ porta Serroni & C a +8 sul 25 a 33. Pronto il ritorno dei padroni di casa che sfruttano un calo di tensione degli ospiti  si segnalano per il contro break che li riporta alla sirena con il naso avanti (35 a 33). Nella ripresa la squadra salentina sembra accusare l’aggressività di Antonucci e soci e non riesce a rientrare con il piglio giusto. Il black out iniziato al 15′ continua a caratterizzare l’atteggiamento di Provenzano & C. che fino al 26′ vedono la retina una sola volta, consentendo ai blù arancio di piazzare un parzialone che recita (18 a 2) e che porta i campani al vantaggio massimo di 8 lunghezze sul 43 a 35. Il finale della minifrazione è una gara ad elastico con Monteroni che prima rientra a -3 sul (43 a 40) e poi accusa ancora il ritorno del Salerno che chiude alla sirena a +7 sul 53 a 46. Gli ultimi dieci minuti, determinanti per l’esito della gara cominciano con il Monteroni che ricalca lo spezzone di gara giocato mercoledì contro MT Benevento e in breve cambia l’inerzia della gara e la previsione dell’esito della stessa. Monteroni riconquista vitalità e determinazione, rosicchia punto su punto e rimette il naso avanti fino a raggiungere il +5 a due minuti dal termine (61 a 56) con addirittura “palla in mano”. E’ a questo punto che succede l’imprevedibile. Una serie di disattenzioni, concentrate negli ultimi 100 secondi di gara, rimettono in gioco i ragazzi di coach Menduto che ringraziano per il regalo e colmano il gap sfruttando su 62 a 61 il fallo sistematico gialloblù. Finisce 64 a 61 per il Salerno. Una sconfitta che ci può stare contro una buona squadra, rinforzato con l’innesto di Parlato, che nell’ultimo periodo di stagione a scalato la classifica raggiungendo una posizione a ridosso del gruppo di testa. Un bagno di umiltà, ci può anche stare per la capolista, un calo di concentrazione è normale, ma la considerazione finale è che da domenica si riparte con rinnovata fiducia ed entusiasmo intorno alla squadra di coach Lezzi  che ci sta regalando tanti momenti esaltanti. Appuntamento per quindi al pala Quarta Lauretti dove arriverà il Trani di Delli Carri. Salto a due ore 18.00.

Delta Bk Salerno 64
Antonucci 20, Bertini 5, Capaccio 7, Beatrice, Corvo 12, Balestrieri 2, Parlato 5, Esposito 5, Sammartino 8, Mbaye n.e. Allenatore O. Menduto

Quarta Caffè MD Discount N.P. Monteroni 61
Rotolo, Paiano 10, Provenzano 6, Manca, Durini 7, Errico F. n.e., Spada, Errico V. 4, Serroni 18, Chirico 16. Allenatore A. Lezzi

Arbitri: Luca Cristina Teresa e Perrone Stefania di Catania
 
Parziali 22-22; 13-11; 18-13; 11-15
Progressivi 22-22; 35-33; 53-46; 64-61    
Liberi: Monteroni 15/19, Salerno 17/19
Da due: Monteroni 19/31, Salerno 17/33         
Da tre: Monteroni 4/15, Salerno 3/15
Falli Commessi NPM 20/Falli Subiti 20