L’amministrazione comunale ha deciso di approntare un piano di accoglienza aggiuntivo rispetto a quello previsto nel Centro di via Vecchia Carmiano per le emergenze meteo, che comunque resta valido nei casi di ulteriore peggioramento delle condizioni atmosferiche.

Questo, per dare concreta risposta alle richieste pervenute in questi giorni al numero verde 800848586, non collegato al piano emergenza del Centro di via Vecchia Carmiano soltanto perché – com’era stato specificato – centro e numero sarebbero stati attrezzati per i senzatetto esclusivamente in caso di emergenze meteorologiche e su precisa disposizione del Comune di Lecce.
Considerate le chiamate arrivate, però, il sindaco Paolo Perrone ha ritenuto di dover dare tempestiva risposta ad una richiesta d’accoglienza “ordinaria”, considerate le temperature e il freddo gelido di questi giorni. Il piano di accoglienza predisposto nell’Ostello della Gioventù di San Cataldo nasce per volontà del primo cittadino, che ha sentito l’esigenza di offrire un rifugio a chi purtroppo non lo ha e di rassicurare i leccesi e non solo che si sono dimostrati come lui sensibili al tema. Il tutto è stato organizzato nel giro di poche ore, per evitare trascorressero ulteriori giorni. Nella mattinata di domani saranno approntati gli ultimi dettagli del piano con Polizia Municipale, Questura e le atre forze dell’ordine.

Ecco i particolari del piano:

1) ospitalità notturna per n. 15 soggetti senza fissa dimora presso l’Ostello delle Gioventù – S. Cataldo – dal 15.02.2012  per la durata di un mese, prorogabile in caso di esigenza, con servizio di cena e prima colazione.
2) Punto di raccolta per i senza fissa dimora: piazzale antistante la stazione ferroviaria. I soggetti dovranno essere presenti alle h. 20,30 per essere  accompagnati presso l’Ostello da un pulmino della Protezione Civile “Lecce Soccorso” –  che avrà a disposizione anche un’ambulanza – e saranno  riaccompagnati a Lecce alle h. 8 del giorno dopo.
3) I soggetti interessati, prima di essere prelevati e accompagnati presso l’Ostello, saranno identificati ogni sera dalla Polizia Municipale presente presso la stazione ferroviaria; la Polizia avrà cura, ogni sera, di trasmettere l’elenco dei nominativi alla locale Questura;
4) Presenza notturna presso l’Ostello di due operatori OSS della Protezione Civile Lecce Soccorso, disponibili per tutte le emergenze;
5) Coinvolgimento di Don Attilio Mesagne –  Direttore Caritas Diocesana, per dare ampia divulgazione del programma a tutte le Parrocchie  del territorio. Lo stesso ha offerto la disponibilità dell’ambulatorio medico Diocesano Caritas sito presso Casa Emmaus – Via S. Maria dell’Idria n. 1, a Lecce, qualora si rendessero necessari, prima dell’accoglienza, interventi sanitari per soggetti in stato di salute precario;
6) Chiunque abbia necessità di essere accolto potrà contattare e avere informazioni (a partire da domani pomeriggio) chiamando il numero verde del Vigili Urbani 800848586 attivo h24. Il Vigile preposto a ricevere le richieste darà informazioni sul punto e sull’orario di raccolta.
7) Per eventuali chiamate notturne al numero verde, successive all’orario di raccolta, i Vigili avranno il compito di soccorrere ed accompagnare;
8) L’iniziativa di accoglienza sarà comunicata anche al 118, nella persona del responsabile Dott. Scardia.