Marito e moglie, a tutto gas sulla tangenziale con la cocaina. 10 grammi addosso all’uomo, oltre 400 in casa. Si tratta di un piastrellista incensurato, arrestato dalla Squadra Mobile. Denunciata, invece, la donna.

Oltre 400 grammi di cocaina in casa, dicevamo. Probabilmente, neppure gli agenti della Squadra Mobile si aspettavano di trovarne cosi’ tanta nell’abitazione di Daniele Serinelli, di professione piastrellista, di Torchiarolo, di 27 anni. L’arresto e’ scattato nel pomeriggio, intorno alle 16, lungo la tangenziale di Lecce, quando i giovani hanno incrociato una pattuglia della polizia. Viaggiavano spediti verso chissa’ quale destinazione. Troppo spediti, tanto da creare un serio pericolo per gli altri automobilisti e da attirare l’attenzione degli agenti.
Segnalate targa ed auto alla centrale operativa della Questura, è stato così predisposto un posto di blocco all’altezza dello svincolo per Giorgilorio, dove il giovane brindisino ha arrestato la marcia.
Gli agenti hanno così proceduto alla perquisizione del veicolo, una Suzuki (poi sequestrata) e della coppia di coniugi brindisini. Durante il controllo sul ragazzo, sono spuntati 10 grammi di cocaina. Dunque, si è proceduto alla perquisizione domiciliare della loro abitazione.
La cocaina, 407 grammi in tutto, era nascosta in un anonimo cofanetto, dove era custodito anche il materiale utile per il confezionamento delle dosi. Sentito il parere del Pm di turno, il sostituto procuratore della Repubblica Giuseppe Capoccia, il piastrellista brindisino è stato accompagnato in carcere. Per la donna, invece, è scattata la denuncia

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.