Aprirà con la Gioconda, il dramma che mancava dalle scene leccesi da ben 30 anni, la 43esima Stagione Lirica presso il teatro Politeama Greco di Lecce.

Con la regia di Petar Selem e la collaborazione del coreografo Fredy Franzutti, la Gioconda calcherà le scene del Politeama tra venerdì 10 febbraio e domenica 12, riportando dall’oblio la storia in quattro atti nata dal genio di Amilcare Ponchielli su libretto di Arrigo Boito (firmato con lo pseudonimo di Tobia Gorrio).

Giovanna Casolla interpreta Gioconda, giovane veneziana innamorata del principe genovese Enzo ma corteggiata spietatamente e con mezzi non sempre leciti da Barnaba il cantastorie, considerato il precursore dello Iago shakespeariano dell’Otello di Verdi.

La Gioconda è un dramma in cui coesistono lirica e danza ed ecco che oltre alle voci sublimi chiamate a calcare il palcoscenico del Politeama, il corpo di ballo Balletto del Sud di Fredy Franzutti, danzerà sulle musiche eseguite dall’Orchestra Sinfonica Tito Schipa di Lecce e dirette dal tedesco dal cuore latino Cristoph Gedschold.

“E’ importante sottolineare”, ha dichiarato Filippo Zigante, direttore artistico, “che quest’anno la nostra stagione lirica si apre nel ricordo di Carlo Vitale, nell’anno in cui ricorre il centenario dalla sua nascita. Vitale, uomo di grande entusiasmo, passione e competenza è stato il fondatore dell’Orchestra Ico Tito Schipa ed è a lui che è dedicata quest’opera che ha diretto personalmente l’ultima volta che è stata rappresentata nel 1982.”

La 43esima Stagione Lirica continuerà con L’Elisir d’Amore di Gaetano Donizetti, melodramma in due atti che verrà rappresentato dal 23 al 26 febbraio e dal 7 all’11 marzo con la Carmen, l’opera in quattro atti di Georges Bizet.

“Sono molto contenta di poter dare l’apertura ufficiale della 43esima Stagione Lirica.” sono le parole dell’assessore provinciale alla cultura Simona Manca. “Continuiamo a proporre progetti culturali importanti e di altissimo livello, organizzati non solo per gli esperti del settore e gli appassionati ma anche per tutti i cittadini e soprattutto per i giovani che potranno assistere a queste opere a prezzi irrisori.”

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

7 + 17 =