Hanno patteggiato tre anni di reclusione per aver trasformato una paninoteca mobile, ubicata sulla costa salentina, in una rivendita di droga. Si e’ conclusa nel giro di sei mesi la vicenda giudiziaria di Carlo Olimpo, Alessandro Santacroce e Marco Previtero, arrestati il 2 settembre

dello scorso anno con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I tre furono sorpresi dai carabinieri mentre confezionavano droga all’interno di un camioncino adibito a paninoteca, di proprieta’ di Olimpo, sul lungomare di Marina di Mancaversa. Durante il blitz, effettuato quando l’attivita’ non era ancora aperta al pubblico, furono trovati 100 dosi di marijuana, confezionate nella carta stagnola in pezzi da 10 grammi che sarebbero stati venduti al prezzo di 20 euro l’uno, 10 dosi di hashish e anche qualche grammo di cocaina. In totale mezzo chilo di sostanza stupefacente, in parte nascosta in un grande barattolo di cioccolata e in parte nel sacco dei panini usati per gli hot dog, oltre a 700 euro presumibilmente proventi dello spaccio e a un bilancino di precisione. Il pm Giovanni De Palma ritenne che la paninoteca fosse punto di riferimento per l’acquisto di droga nella zona e dispose l’arresto dei tre.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 − tre =