Detenzione e porto illegale di arma da fuoco: questa è l’accusa che ha fatto scattare le manette ai polsi di De Lorenzis Salvatore, 42enne di Racale, commerciante, già noto alle forze dell’ordine.

È accaduto nella nottata, quando i carabinieri durante un giro di perlustrazione nel territorio del Comune di Alliste, intorno le ore 02.50, hanno sentito tre esplosioni, in rapida successione e molto simili a tre colpi d’arma da fuoco. Immediatamente iniziavano delle ricerche in zona e, nel volgere di alcuni minuti, in via Piazza, notavano l’uomo nei pressi della propria autovettura con atteggiamento molto sospetto. Ed infatti, visti i carabinieri, l’uomo provava a disfarsi di “qualcosa” gettandolo sotto un’autovettura in sosta lì nei pressi. Ma tale comportamento non è sfuggito all’equipaggio dell’Arma che in rapidissima sequenza, prima fermava il De Lorenzis e poi si poneva alla ricerca di quel “qualcosa”  in maniera risoluta e determinata. Proprio tale azione consentiva di rinvenire sotto un’autovettura parcata lì vicino una Pistola semiautomatica cal. 7,62 priva di marca ma con matricola, completa di caricatore monofilare con n. 05 (cinque) colpi all’interno di cui uno ancora in canna e nelle stesse ricerche a pochi metri dall’arma venivano ritrovati anche i tre bossoli calibro 7.62 relativi alle esplosioni precedenti. L’uomo ora si trova presso la Casa Circondariale di Lecce. La pistola, le munizioni ed i bossoli sono stati sequestrati. Ulteriori accertamenti sono in corso per addivenire alla titolarità dell’arma. Le indagini continuano quindi a ritmo serrato da parte del Militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Casarano.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 + 7 =