“Mi unisco all’appello e alla grande mobilitazione per la liberazione di Rossella Urru, la volontaria italiana rapita in Algeria lo scorso Ottobre. Comprendo bene che servirà a poco, ma è importante mantenere alta l’attenzione su questo caso. L’Italia nel mondo non è soltanto il nostro esercito in Afghanistan, ma è anche una piccola grande colonia di volontari come Rossella, sparsi nelle zone più sensibili del pianeta e armati solo di coraggio e altruismo. ROSSELLA LIBERA!”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

16 − tre =