E’ finita nel sangue la rapina ai danni del titolare di una tabaccheria di Novoli, in provincia di Lecce. L’uomo, intorno alle 21, rientrava dal lavoro e si trovava nei pressi della sua abitazione, alla periferia del paese, quando è stato avvicinato da una monovolume di colore scuro, i cui occupanti, tre in tutto, hanno estratto un fucile a canne mozze per costringerlo ad arrestare la marcia.

Dall’auto dei rapinatori, non meglio identificata, sono scesi due individui, entrambi travisati ed armati, rispettivamente di fucile e coltello, con i quali hanno minacciato il tabaccaio salentino, per convincerlo a consegnare nelle loro mani il portafogli, contenente circa 500 euro, ossia l’incasso della giornata. Nella breve colluttazione che ne è scaturita, la vittima, un 47enne, del posto, è stato anche ferito perche’ colpito dal calcio del fucile ed è stato costretto a raggiungere l’ospedale, dove è stato medicato. Sull’episodio indagano i carabinieri della compagnia di Campi Salentina.

 

CONDIVIDI