Piazza Partigiani ha finalmente un progetto definitivo per la sua riqualificazione. Dopo un anno e mezzo di accesi dibattiti, polemiche e incontri con i cittadini del quartiere, questa mattina è stato presentato e siglato l’accordo tra il comitato dei cittadini presieduto da Ines Casciaro e l’amministrazione comunale.

Il Sindaco Paolo Perrone assieme agli assessori Attilio Monosi e Gaetano Messuti, hanno perciò presentato il progetto che dovrà riqualificare la piazza, la chiesa e il monumento dedicato ai Partigiani assieme alla zona dell’asilo comunale.
Il motivo di tante polemiche nasce nel 2010 quando nella formulazione del piano delle alienazioni per la vendita di terreni pubblici, l’amministrazione voleva spostare l’asilo comunale che attualmente si trova a ridosso della piazza, nella zona di Settelacquare, consentendo così l’apertura del grande giardino che circonda la struttura scolastica, che però sarebbe stata sostituita da un palazzo.
I cittadini hanno imposto il proprio rifiuto alle scelte delle amministrazioni creando un comitato spontaneo che si è battuto fino ad oggi per salvaguardare lo status quo di Piazza Partigiani.
“E’ stato un percorso lungo e tortuoso ma alla fine abbiamo raggiunto un accordo.” Ha ammesso il Primo Cittadino. “Probabilmente abbiamo corso troppo però bisogna ammettere che non ci siamo arroccati sulle nostre posizioni e anzi abbiamo trovato una soluzione che vada bene a tutti.”
E la soluzione, accolta e firmata questa mattina, prevede un piano di riqualificazione sulle due zone della piazza e dell’asilo comunale.
La prima area, che è di circa 3000 mq, verrà chiusa al traffico da un lato – quello adiacente alla chiesa di S. Giovanni Maria Vianney – dando spazio ad un’area pedonale e ad un ingresso in basolato alla chiesa. L’aiuola triangolare e il monumento verranno così preservati e restaurati e verranno eliminati gli alberi malati e pericolanti, sostituiti da altro verde pubblico.
L’altro lato, quello di via Papatotero, avrà un unico senso di marcia e darà l’accesso all’area della piazza in cui saranno sistemati i parcheggi, dando più ordine e aumentandoli non solo a livello qualitativo ma anche quantitativo.
La seconda area, quella dell’asilo comunale, che misura quasi 5000 mq, vedrà l’abbattimento del muro di cinta del grande giardino e la sua relativa riqualificazione, permettendo così di essere fruibile a tutti i cittadini. Il muro di cinta dell’asilo verrà innalzato più internamente lasciando alla scuola un’area di verde più ridotta. Anche qui si modificheranno le aree di sosta per un parcheggio più decoroso e meno “selvaggio”.
Ad unico senso di marcia sarà anche via Benedetto Croce per il tratto di strada tra via Ravenna e via Fornari, attualmente a doppio senso. Inoltre la pista ciclabile adiacente alla via verrà collegata alla piazza con un altro tratto permettendo così continuità.
“E’ una giusta rappresentazione di una sintesi virtuosa che abbiamo raggiunto coi cittadini,” spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Gaetano Messuti. “In particolare è da apprezzare il pensiero comune raggiunto da amministrati e amministrazione attraverso un laboratorio di idee che ha permesso a tutti di partecipare e di trovare un accordo attraverso la giusta spinta.”
Da parte dell’amministrazione Perrone c’è ottimismo anche perché questo progetto si realizzi presto. Perché si passi alle vie concrete, servono infatti 250.000 euro che il Primo Cittadino ha spiegato verranno richiesti alla Cassa Depositi e Prestiti, entro maggio 2012, dopo che verrà approvato il Bilancio.
A non credere invece alle promesse dell’amministrazione è Antonio Rotundo del PD, che ha criticato la presentazione di questa mattina definendola un’altra trovata elettorale e dubitando del fatto che la Cassa Depositi, possa concedere prestiti. “Se pensano che i cittadini hanno perso la memoria e che possono essere raggirati dalla politica delle facili promesse il 6 di maggio saranno clamorosamente smentiti.”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dodici − dieci =