Avrebbe lanciato, tra sabato e domenica scorsi, due bottiglie contro il portone del municipio di San Donato. Per questo motivo G.R., 18enne, studente del posto, è stato denunciato dai carabinieri al termine di un’indagine.

Come purtroppo già accaduto altre volte, quella domenica mattina la popolazione di San Donato ha scoperto che qualcuno, nel corso della notte, aveva lanciato due bottiglie all’indirizzo del portone della sede comunale e della finestra dell’ufficio del Sindaco Ezio CONTE, provocando lievi danni. I militari intervenuti sul posto, hanno immediatamente avviato gli accertamenti, tenuto conto che già da tempo stavano curando un’attenta raccolta info-investigativa sul conto di alcuni sospetti. I Carabinieri, sapientemente guidati dal Maresciallo D’AMICO, hanno potuto fruire di elementi raccolti soprattutto nel corso dei numerosi servizi/serali e notturni espletati a San Donato e frazioni, così da restringere il cerchio su un gruppo di giovani, i quali erano pertanto già sotto la lente d’ingrandimento.

Una volta scoperto il fatto, quella domenica mattina, si è trattato solo di mettere insieme i riscontri, svelando così il coinvolgimento diretto di G.R., 18enne, studente del posto, ritenuto l’artefice del lancio – nottetempo – di due bottiglie contro il Municipio. Dagli approfondimenti investigativi traspare che l’insano quanto sprezzante gesto, è stato probabilmente posto in essere per mere finalità vandaliche, escludendosi al momento ragioni di altro genere, in spregio a qualunque rispetto per la cosa pubblica. Tuttavia gli approfondimenti continuano in direzione dell’individuazione di eventuali altri compici, nonché della verifica del coinvolgimento del ragazzo anche in altri similari episodi.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

venti − 13 =