Foto Antonio CastelluzzoNei giorni scorsi la Compagnia della Guardia di Finanza di Lecce ha verbalizzato due esercizi commerciali che ponevano in mostra merce nelle vetrine, per la vendita, omettendo di indicarne il prezzo al pubblico mediante l’uso di cartelli.

La contestazione dell’omissione, che si inquadra negli ordinari controlli finalizzati alla sorveglianza dei prezzi e, in particolare, in ordine alla corretta applicazione della disciplina di pubblicizzazione dei prezzi dei beni e dei servizi offerti, ha riguardato un bar di Lecce e un parrucchiere di Surbo.

Le violazioni riscontrate sono state rilevate in virtù delle norme che prevedono la sanzione amministrativa da 500 a 3.000 Euro e la possibilità di estinguere il procedimento sanzionatorio versando, entro il termine di 60 giorni, la somma di 1.000 Euro.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno + venti =