Sarà eseguita giovedì l’autopsia sul corpo di Roberto Romano, 36enne, di Ruffano, raggiunto da diversi colpi di pistola sabato scorso sull’uscio della sua abitazione e poi morto durante il trasporto in ospedale. Intanto, continua la caccia ai killer.

 

In mattinata, il sostituto procuratore della Repubblica, Giovanni De Palma, ha conferito l’incarico dell’esame necroscopico al medico legale Alberto Tortorella.

Le indagini dei carabinieri del nucleo investigativo, intanto, proseguono a tamburo battente e non è escluso che il cerchio attorno ai killer possa essere stretto nel giro di qualche giorno. Durante la perquisizione nell’abitazione di Romano, pare sia stato ritrovato materiale esplodente.

Erano circa le 19 di sabato, quando l’assassino ha bussato alla porta di Roberto Romano, in via Boccaccio. Aperta la porta, il 36enne è stato raggiunto da diversi colpi di pistola, cinque, forse sei, all’addome ed alle braccia. La raffica di proiettili ha raggiunto alle gambe anche Dario Traversa, 28enne, di Ruffano, che in quel momento si trovava in compagnia della vittima.

Roberto Romano, già noto, padre e marito, è morto durante la disperata corsa alla volta dell’ospedale di Tricase. Operato alla gamba, invece, Dario Traversa, ma le sue condizioni di salute fortunatamente non sono gravi.