E’ stata presentata questa mattina, la Carmen, il terzo appuntamento della 43esima Stagione Lirica leccese, promossa dall’ Assessorato provinciale alla Cultura e con la collaborazione della Fondazione Ico Tito Schipa, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Teatro Politeama Greco.

L’opera teatrale in quattro atti nata dalla penna di Henry Meilhac e Ludovic Halèvy e musicata da Georges Bizet, è una delle opere liriche più drammatiche che siano mai state scritte ed è considerato un capolavoro dell’opera nazionale francese.
Le gesta della bella sigaraia Carmen nella Siviglia del 1820, che ama Don Josè ma che da lui si fa prima amare e poi odiare fino al tragico epilogo, rivivranno sul palco del Politeama Greco di Lecce da mercoledì 7 marzo alle ore 20.45 e poi di nuovo venerdì 9, sabato 10 e domenica 11.
In scena si alterneranno grandi artisti: Maria Josè Montiel ed Eufemia Tufano interpreteranno Carmen, mentre Don Josè saranno Jean Pierre Furlan e Marcelo Puente.
Questa volta il regista sarà Carlo Antonio De Lucia, mentre come sempre Filippo Zigante dirigerà l’orchestra sinfonica Tito Schipa di Lecce. Spazio anche per il ballo con le coreografie di Fredy Franzutti e del suo corpo di ballo, Il Balletto del Sud.