Subisce una piccola battuta di arresto  la corsa dei legali leccesi, lanciati alla conquista del 41esimo torneo forense. Si conclusa, infatti, 1 a 1 la gara contro i cugini baresi. Non e’ stata una partita per niente facile quella disputata contro Massimo Tangorra (ex giocatore professionista) e compagni.

Anzi tutt’altro. I baresi hanno dimostrato di avere un organico di prim’ordine annoverando tra le proprie fila uomini del calibro di Monaco (ex portiere professionista, Frappampina e Angelestro (ex Casarano). Ciononostante, il primo tempo si e’ concluso 0 a 0 solo graze alle parate dell’ottimo Monaco e ad alcuni errori sotto porta dei leccesi, col portiere dei locali Sardella inoperoso. Nella ripresa parte meglio il Bari, che mette a dura prova la difesa locale sino al goal del vantaggio di Angelastro, che con un bel tiro dal limite beffa Sardella a causa di una deviazione di un difensore leccese. I legali salentini ricominciano a macinare gioco, trovando nel finale il pareggio su calcio di rigore, per atterramento in area di My, magistralmente battuto da capitan Mimmo Renna.
La prossima partita il campionato osservera’ un turno di riposo e successivamente i  salentini se la vedranno in trasferta col Trani, battuto per 2 a 0 a Foggia.
La formazione dei leccesi: Sardella, Corvaglia Alberto, Matranga, My, Flascassovitti, Cappelli (Lagna), Casaluci, Dell’Anna (Filieri), Gallo (Murciano),  Renna e  Castelluzzo (Maci).
La classifica Lecce e Bari 7, Foggia 3 e Trani 0.