Il sostituto procuratore Giovanni Gagliotta ha chiesto una condanna a sei anni di carcere per l’ex vicesindaco di cavallino Ennio Cioffi e una condanna a 4 anni e mezzo per il figlio Antonio Plinio Cioffi, titolare della ditta mediterraneo.

Entrambi sono accusati di un episodio di concussione, nell’ambito di un’inchiesta nata in seguito a quella relativa alla presunta lottizzazione abusiva dei suoli per la realizzazione del centro commerciale Carrefuor di Cavallino, per cui sono già stati assolti tutti gli imputati. La sentenza è attesa per il 21 maggio.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.