Riesce la “spaccata” ma non il furto. Quattro banditi, nella notte, hanno preso di mira la stazione di servizio Total di Melendugno, ma l’arrivo rapido delle guardie giurate li ha costretti alla fuga a mani vuote.

I banditi, tutti incappucciati, hanno raggiunto la stazione di servizio intorno alle 3 a bordo di un furgone e di una Alfa 147.
Usando l’auto a mo’ di ariete, i ladri hanno sfondato la porta d’ingresso della stazione di servizio, andando alla ricerca di videopoker e macchinette cambia-soldi. Tuttavia, l’allarme ha attirato in zona le pattuglie dell’istituto di vigilanza dell’Alma Roma che, in pochi minuti, hanno raggiuto la stazione di servizio. Vedendo i vigilantes arrivare in lontananza, i malviventi hanno preferito abbandonare il campo, salendo a bordo dell’Alfa. Inizia così un rocambolesco inseguimento a tutto gas tra i ladri e gli addetti dell’ istituto di vigilanza, fino a Lizzanello, dove i malviventi sono riusciti a far perdere le loro tracce, nonostante un paio di tentativi di speronamento.
Sul posto, hanno abbandonato il furgone, un Daily Iveco, risultato rubato qualche ora prima a Strudà, sul quale avevano già caricato tre videopoker e due macchinette cambia soldi.
Dopo l’allarme, la stazione di servizio è stata raggiunta dal proprietario e dai carabinieri, che hanno acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza, avviando le indagini.

Il colpo invece è riuscito alla banda di malviventi, che sempre nella notte, hanno svaligiato il distributore Q8, che si trova sulla 275 all’altezza di Scorrano. Stecche di sigarette, gratta e vinci e circa 3 mila euro in contanti, per un danno complessivo, che dovrebbe oscillare sui 21mila euro, questo è il bottino che la banda è riuscita a portare via, dal distributore. Arraffato il malloppo i malviventi si sono dileguati senza lasciare troppe tracce. Sull’accaduto indagano i carabinieri della stazione di Maglie.