Il Presidente del Corecom, Felice Blasi rammenta a tutte le emittenti televisive e radiofoniche locali interessate a trasmettere programmi di comunicazione politica che, nel periodo compreso tra la data di convocazione dei comizi elettorali e la chiusura della campagna elettorale

, devono consentire una effettiva parità di condizioni tra i soggetti politici competitori, anche con riferimento alle fasce orarie e al tempo di trasmissione (comma 1 articolo 2 della delibera n.43/12/CSP AGCOM).
La parità di condizioni di cui al comma 1 deve essere garantita nei due distinti periodi in cui si articola la campagna elettorale tra i seguenti soggetti politici:
I) nel periodo intercorrente tra la data di convocazione dei comizi elettorali e la data di presentazione delle candidature:
a) nei confronti delle forze politiche che costituiscono un autonomo gruppo nei Consigli comunali da rinnovare;
b) nei confronti delle forze politiche diverse da quelle della lettera a), presenti in uno dei due rami del Parlamento nazionale o che hanno eletto, con proprio simbolo, almeno due rappresentanti italiani al Parlamento europeo.
II) Nel periodo intercorrente tra la data di presentazione delle candidature e quella di chiusura della campagna elettorale:
a) nei confronti delle liste o delle coalizioni di liste collegate alla carica di Sindaco nei comuni da rinnovare;
b) nei confronti delle forze politiche che presentano liste di candidati per l’elezione dei Consigli comunali.
L’eventuale assenza di un soggetto politico non pregiudica l’intervento nelle trasmissioni degli altri soggetti, ma non determina un aumento del tempo ad essi spettante. In tali casi, nel corso della trasmissione è fatta esplicita menzione delle predette assenze.
Inoltre, le trasmissioni di comunicazione politica sono collocate in contenitori con cicli a cadenza quindicinale dalle emittenti televisive locali all’interno della fascia oraria compresa tra le ore 7:00 e le ore 24:00 e dalle emittenti radiofoniche locali all’interno della fascia oraria compresa tra le ore 7:00 e le ore 1:00 del giorno successivo, in modo da garantire l’applicazione dei princìpi di equità e di parità di trattamento tra i soggetti politici anche attraverso analoghe opportunità di ascolto.
I calendari delle predette trasmissioni sono comunicati almeno sette giorni prima, anche a mezzo telefax, al competente Comitato regionale per le comunicazioni che ne informa l’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni – fax 080 540 2529- web fax 080 595 1883 email uff.corecom@consiglio.puglia.it; mazzei.elena@consiglio.puglia.it.
Le eventuali variazioni dei predetti calendari sono tempestivamente comunicate al Corecom , che ne informa l’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni.
Se possibile, tali trasmissioni sono diffuse con modalità che ne consentano la fruizione anche ai non udenti.
E’ possibile realizzare trasmissioni di comunicazione politica anche mediante la partecipazione di giornalisti che rivolgono domande ai partecipanti, assicurando, comunque, imparzialità e pari opportunità nel confronto tra i soggetti politici.
Le trasmissioni di cui al presente articolo sono sospese nei giorni in cui si svolgono le votazioni di primo turno o di ballottaggio e nel giorno immediatamente precedente.
Ai sensi dell’art.15 , comma 1 lett. a) della delibera n. 43/12/CSP AGCOM, Il Comitato regionale per le Comunicazioni della Puglia, vigilerà sulla corretta e uniforme applicazione della legislazione vigente, del codice di autoregolamentazione di cui al decreto del Ministro delle comunicazioni 8 aprile 2004 e della precitata delibera AGCOM, da parte delle emittenti locali, nonché delle disposizioni dettate per la concessionaria del servizio pubblico generale radiotelevisivo dalla Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi per quanto concerne le trasmissioni a carattere regionale.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro × 2 =