Dopo un’attenta e difficile valutazione da parte della giuria delle oltre sessanta ricette giunte da tutta Italia, dopo le gustose e “discusse” Primarie del Centrotavola che sul sito ufficiale hanno coinvolto oltre 8mila utenti provenienti da 47 paesi, la seconda edizione di Fornelli Indecisi, concorso di cucina

dozzinale nato su Facebook, arriva alla sua prova finale. L’appuntamento è per domenica 25 marzo (dalle ore 12.30 – TUTTO ESAURITO) presso la Masseria Ospitale sulla Lecce/Torre Chianca.

Nel corso della finale i fantastici 12 giunti a questa impegnativa sfida dovranno cucinare la propria ricetta e farla assaggiare ad una giuria composta da alcuni esperti e da tre persone selezionate nel pubblico che al centro della sala (come per le famose Tavole di San Giuseppe) degusteranno le dodici pietanze e decreteranno il vincitore per ogni categoria. La giuria è composta dall’immancabile Don Pasta, dalle giornaliste Metella Ronconi, Manila Benedetto e Lucia Amoruso, dalla storica dell’arte e delle cucine Titti Pece, da due dei vincitori della prima edizione – Pino De Luca, che scrive di cibo e molto altro sul Nuovo Quotidiano di Puglia, e la coppia della pasta con le alici/sarde composta da Sara Massaro e Ileana Sciarra, entrambe giornaliste. Inoltre, novità di quest’anno, ci sarà un premio speciale della critica “Premio Campagnia Amica” offerto da Coldiretti Lecce assegnato dalla giuria di qualità composta da tre chef di grande esperienza: Andrea Serravezza, Tonio Piceci e Massimo Vaglio.

Ovviamente tutti i partecipanti non resteranno a bocca asciutta ma degusteranno il pranzo preparato da Valeria, chef del ristorante. Nel corso della giornata, inoltre, si esibiranno musicisti, attori e dj coordinati da DonPasta. Una vera e propria festa della cucina. Ai vincitori andranno tanti onori e ricchi premi (in materie prime) grazie alla preziosa collaborazione con Movimento Turismo del vino – Puglia, Libera Terra di Puglia, Coldiretti Lecce, Cantele, Masseria L’Astore, Perché ci credo, Santi Dimitri, Pastificio Cardone, Masseria Melcarne, Azienda Monaci, Royal Gelati, La Luisa – Tenuta dei Conti Stajano, Lupo Editore e QuiSalento.

Nella categoria antipasti si sfideranno Caterina Massari (Cozze ripiene di Catarì, Manduria), Eugenia Brini (Una focaccia all’improvviso – con hummus avvolgente, Vercelli) e le sorelle Silvia e Manuela Miglietta (Fiorellini di carciofi alla ricotta, Lecce). Nella categoria primi approdano alla Masseria Ospitale Giovanni Grazioso (Cannoli di pescato e cicorielle selvatiche al ragù di cernia, Bari), il trio Gaudino/De Fazio/Vallo (Troccoli con ’ntramuègghie di pistacchi al sapore di mare, Bat/Brindisi/Taranto/Lecce) e Fabiana Salsi (Sartù di riso, Campania/Salento). Nella catetoria secondi il trio di finalisti è composto da Pierpaolo Filomeno (Escalope montagnarde, Francavilla Fontana, Br), Assunta Rugge (Trittico di carni bianche in umido, Calimera) e Roberto Fidanza (Baccalà alla Federico II, Bari). Infine tra i dolci (categoria molto discussa a causa delle oltre 16mila preferenze raggiunte on line) le prime tre posizioni vanno a Jessica Niglio (Torta di Nonna Anna altrimenti detta mandorlata alla meringa, Lecce), la coppia Sabato/Basile (Tartelletta salentina, Salento) e Roberto Covolo e famiglia (Susummidd e Calzungidd, due dolci tipici della tradizione terlizzese, Terlizzi).

L’incasso del pranzo (tolte le spese), grazie alla collaborazione e alla sensibilità di Oronzo, Valeria e di tutto lo staff del ristorante sarà devoluto in beneficenza alla Caritas di Lecce per sostenere la Casa Emmaus (che ospita ogni notte oltre venti persone senza fissa dimora) e le cinque mense che in un momento di grave crisi accolgono sempre più anziani, famiglie e giovani coppie.

Fornelli Indecisi, realizzato grazie alla collaborazione con Movimento Turismo del vino – Puglia, Libera Terra di Puglia, Coldiretti Lecce, Masseria Ospitale, Cantele, Masseria L’Astore, Perché ci credo, Santi Dimitri, Pastificio Cardone, Masseria Melcarne, Azienda Monaci, Quartiglia, Royal Gelati, La Luisa – Tenuta dei Conti Stajano, Lupo Editore, QuiSalento, Coolclub, Pazlab e molti altri partner che si aggiungono giorno per giorno, è un’idea di Pierpaolo Lala, classe 1977, socio fondatore e lavoratore della Cooperativa Cool Club di Lecce che si occupa di ideazione, organizzazione e promozione di eventi culturali, di uffici stampa e di editoria. Nel 2004 ha pubblicato con Maria Vittoria Dell’Anna il volume “Mi consenta un girotondo. Lingua e lessico nella Seconda Repubblica”. Dopo una lunga militanza su fanzine e giornali autoprodotti nel 1996 ha iniziato a scrivere su quotidiani e periodici locali. Vive prettamente su Facebook e quando ha tempo a San Cesario di Lecce. Attualmente è vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Puglia. La sua grande passione fin da piccolo è la cucina (e si vede). Ha ideato Fornelli Indecisi solo per poter rubare ricette.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

9 + 20 =