Foto Antonio CastelluzzoSala gremita di gente ieri sera presso i Cantieri teatrali Koreja a Lecce per la presentazione della candidatura a consigliere comunale di Oronzino Tramacere. La candidatura, fortemente voluta dal sindaco  “e da un gruppo di amici sostenitori” come ci ha spiegato lo stesso Tramacere

, rappresenta un esperienza del tutto nuova nel campo della politica attiva per il candidato originario di Borgo Pace.  Immancabile alla conferenza la presenza del sindaco Paolo Perrone,  primo sostenitore di Tramacere, che durante l’intervento ha spiegato: “Ho dovuto corteggiare Oronzino a lungo! E sono felice di aver cercato di convincerlo fino all’ultimo istante. Devo ammettere di averci visto molto bene!  A lui vanno infatti i miei complimenti perchè sono davvero innumerevoli gli amici che lo circondano e che lo sostengono spinti da un forte sentimento d’affetto e questo è davvero fondamentale. Ci sono persone che basano la loro politica sul do ut des, o sulla paura del potere, ma si sa bene quale sarà la parabola poltica di questi personaggi. Quello che dico sempre a Oronzino è che a prescindere dalla vittoria politica, il consenso, la stima e il bene delle persone che lo circondano rappresenterà la vera vincita sempre.”
A sostenerlo ed incoraggiarlo c’erano infatti tantissimi ragazzi, tra i quali, numerosi,  i componenti del gruppo giovani creato dal candidato stesso.  Già pullulanti di idee e carichi di energia questi giovani hanno dimostrato la stima nei confronti dapprima del Sindaco “Senza la cui vittoria, che rappresenta il principale obiettivo, non ha senso la mia candidatura!” ha sottolineato in una battuta Tramacere, ed inseguito nei confronti del neo candidato, felicemente sorpreso da un simpatico filmato in cui tutti i suoi sostenitori esprimevano almeno un motivo per il quale Oronzino Tramacere dovesse essere eletto.
Parole di stima e di appoggio sono state spese anche da parte del consigliere regionale  Roberto Marti, presente insieme al candidato ed al Sindaco Perrone alla conferenza stampa.
“All’inizio non volevo assolutamente candidarmi ” – spiega Tramacere durante il suo intervento – “e cercavo di dissuadere il Sindaco in tutti modi, in quanto ha sempre cercato di convincermi! Mi sono sempre occupato di politica passiva sostenendo amici e persone fidate. Finalmente però mi sono convinto, in virtù dell’amore che provo per la mia città, ad iniziare un nuovo percorso. Ognuno di noi ha bisogno di essere ascoltato e purtroppo mi sono reso conto che questa è una pratica che non sempre viene portata a termine. Ho iniziato a guardarmi intorno quindi e capire che posso dare tanto alla mia città, e nonostante il mio attaccamento al rione in cui vivo da 54 anni, ovvero Borgopace, se dovessi essere eletto farei qualsiasi cosa per qualsiasi rione con lo stesso amore”
Foto Antonio CastelluzzoTra i maggiori sostenitori, c’è anche il giovane Andrea, quasi ex consigliere circoscrizionale, in vista della nuova legge, che ha deciso di “sacrificare” la sua candidatura per Oronzino; durante l’intervista spiega:
“Questi sono gli ultimi giorni da consigliere  purtroppo! Proprio domani avremo infatti l’ultimo consiglio circoscrizionale. Ho deciso di non impegnarmi personalmente in questa campagna elettorale, ma di dare tutto il mio appoggio ad Oronzino semplicemente perchè sono convinto che questa sia un progetto vincente.”
Un incontro entusiasmante per il volto nuovo della politica leccese: “Sembra la presentazione di Obama, filmati, striscioni, il gruppo giovani sul paco!” ha ironizzato per un momento il sindaco Perrone, ma subito dopo passando ad un tono serio ha concluso: “Se dovessi farcela io, ma non Oronzino, la mia vittoria non sarebbe poi così bella”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × 3 =