Foto Antonio CastelluzzoL’inchiesta sul filobus approda in Cassazione. Si terrà il 30 marzo prossimo l’udienza davanti alla Suprema Corte. Gli ermellini saranno chiamati a giudicare la bontà delle accuse che pendono in capo a Massimo Buonerba.

Intanto l’ex consulente giuridico dell’ex sindaco di Lecce Adriana Poli Bortone, in prigione dal 13 dicembre scorso, si prepara ad essere scarcerato. Il prossimo 12 marzo scadono infatti i termini per la custodia cautelare. Procedono senza sosta, sull’asse Lecce-Lugano, le indagini sulla realizzazione del filobus e sulle presunte tangenti che Buonerba avrebbe percepito e che sarebbero andate a finire su due conti svizzeri sequestrati dagli inquirenti elvetici. E’ in corso anche la perizia sull’ultimo pc dell’indagato, che quest’ultimo aveva portato a riparare in un negozio leccese. L’iniziale accusa di concussione, che ha portato gli uomini del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Lecce a stringere le manette ai polsi del professore, è stata derubricata dal Tribunale del riesame in corruzione. Ora quella accusa sarà al vaglio della Corte di Cassazione. Tutto rinviato al 30 marzo.