L’assessore al Personale Michele Giordano interviene per replicare con fermezza alle accuse lanciate dal candidato sindaco Luigi Melica rispetto all’accordo siglato tra Comune di Lecce e Formez; “E’ del tutto evidente che la polemica innescata dal candidato sindaco dell’Udc è inopportuna

, strumentale e speculare. 
La decisione del Comune di Lecce di associarsi al Formez è dettata da motivazioni puramente improntate all’economicità e alla collaborazione interistituzionale. Probabilmente Melica dimentica che il Formez è un Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l’ammodernamento delle Pubbliche Amministrazioni. Un organismo che opera a livello nazionale e risponde al Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Il Comune di Lecce può usufruire delle opportunità che FormezItalia riserva ai soci nel campo dei concorsi pubblici e della formazione con offerte mirate, progetti pilota, sperimentazioni e gruppi di lavoro tematici. 
Significativa in tal senso è l’adesione al progetto Ripam che consentirà a questa Amministrazione Comunale di ottenere numerosi vantaggi: risparmio dei tempi e dei costi di gestione di tutte le fasi corso-concorsuali; semplificazione e trasparenza e nelle procedure di reclutamento; tempestività nell’assegnazione del personale; sinergia tra selezione e formazione; diminuzione del livello di contenzioso.  Quanto alla formazione, il Comune di Lecce può usufruire dei percorsi di formazione on line attraverso due corsi in modalità e-learning. Peraltro, questa Amministrazione si è già avvalsa in passato delle professionalità fornite dal Formez conseguendo risultati lusinghieri.
Il nostro obiettivo è quello di accrescere la produttività del lavoro all’interno dell’Amministrazione Comunale  promuovendo il lavoro come leva strategica per la riqualificazione dei dipendenti pubblici e l’innovazione nei processi del lavoro pubblici attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie.
Associare, dunque, al Formez il termine carrozzone  è un’operazione estremamente scorretta e fuorviante che finisce per sottacere ai numerosi benefici legati all’accordo siglato con il Comune di Lecce”.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.