Dopo anni di violenze nei confronti della consorte, la ferisce con un coltello e viene arrestato dai carabinieri. Si tratta di un 61enne gallipolino, accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

E’ accaduto alle 14:00 di ieri, quando è arrivata una richiesta di aiuto al “Telefono azzurro”, da parte di una donna. A quel punto sono intervenuti prontamente i carabinieri, che giunti sul posto hanno potuto constatare che la donna durante la lite, era stata gravemente ferita. Per questo motivo veniva trasportata presso il locale Ospedale gallipolino, dove  i medici le riscontravano delle escoriazioni al braccio sinistro, nonché un lieve trauma cranico.
Durante la perquisizione domiciliare i Carabinieri hanno rinvenuto anche un coltello del tipo multiuso, con la lama aperta della lunghezza di cm 8 e che presentava, all’altezza della punta, piccole tracce ematiche, presumibilmente della signora ferita.
A seguito di una prima ricostruzione dei fatti, si aveva modo di ricostruire che, a seguito del loro matrimonio, in più circostanze, l’atteggiamento del marito nei confronti della moglie era stato violento ed aggressivo, a tal punto che, mesi addietro, la signora doveva far ricorso addirittura alle cure del Pronto Soccorso: in un caso, a seguito di un pugno che le aveva colpito il volto, in un’altra circostanza, a seguito di alcune percosse in varie parti del corpo tramite un bastone. Lo scopo del marito era quello di allontanare di casa la moglie e la figlia di anni 3. Nel pomeriggio di ieri, la signora, secondo una sua ricostruzione, veniva addirittura colpita tramite una sedia scagliata sulla schiena dal marito, prima di essere attinta da alcuni colpi di coltello, quello rinvenuto, fortunatamente sul braccio, tramite il quale tentava di difendersi. Il coltello rinvenuto veniva sottoposto a sequestro.
Il 61enne ora si trova agli arresti domiciliari. La signora e la bambina sono ospiti, presso un’altra abitazione.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 + sei =