“Il diabete è una patologia in costante aumento, che merita attenzione e prestazioni adeguate non solo verso i nuovi casi, ma anche nei riguardi di quanti sono costretti, da anni, a convivere con questa malattia. Sono davvero inspiegabili, allora, i disagi che si registrano nei Centri di Diabetologia di Copertino e di Lecce”.

È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero, che dopo i gravi disagi nel Centro di Diabetologia dell’ospedale di Copertino, denunciati dalla stampa locale, e le lunghe liste d’attesa riscontrate nel centro del Vito Fazzi di Lecce, ha presentato un’interrogazione urgente a risposta scritta all’assessore alla Sanità della Regione Puglia.
“Non si possono riscontrare tali anomalie in ambito sanitario – ha dichiarato Buccoliero – perché ad essere colpiti sono soprattutto pazienti anziani, che hanno serie difficoltà a muoversi sia a livello logistico che burocratico”
E alla luce di queste considerazioni, il capogruppo di Moderati e Popolari alla Regione, ha presentato un’interrogazione urgente.
Scrive Buccoliero: “Premesso che la stampa locale riporta, in data odierna, il crescente disagio di circa due mila pazienti in cura presso l’ambulatorio di Diabetologia dell’ospedale di Copertino, che sono costretti a rivolgersi presso altre strutture (Lecce, Campi Salentina, Nardò e Galatina), dal momento che l’ambulatorio non è più in grado di accogliere nuove prenotazioni; che sempre dalle notizie apparse sulla stampa, emerge che l’ambulatorio è ancora attivo, funzionando circa 18 ore la settimana, ma che sta “smaltendo” le prenotazioni di 8 – 9 mesi prima e che una volta esaurito questo ciclo di prenotazioni, cioè a maggio prossimo, nessun paziente potrà più accedere al servizio.
Visto che “come sottolineato dal primario della divisione di Geriatria, da cui dipende il servizio in questione, dal novembre scorso le prenotazioni sono state bloccate per carenza di medici diabetologi; che nel centro di Diabetologia del Vito Fazzi di Lecce, solo per fare un esempio, l’agenda elettronica per le prenotazioni di controllo del diabete è già esaurita e sarà aggiornata dopo il 31/12/2013 (eccezion fatta per i casi urgenti) e che molti dei pazienti in cura sono anziani e, quindi, impossibilitati a muoversi in maniera autonoma, anche a livello burocratico e non solo logistico”.
L’interrogante si rivolge all’assessore alla Salute per sapere:
“Se trovi piena conferma la notizia diffusa dalla stampa locale e, in caso affermativo, come pensi la Regione di affrontare tale problematica.
Se non sia il caso d’implementare il numero di medici diabetologi, dato che quella del diabete è una patologia in evidente aumento tra la popolazione salentina.
Quali iniziative la Regione Puglia intenda adottare per rimuovere le possibili difficoltà, (prima fra tutte la carenza di personale) e garantire a tutto il territorio un servizio che sia rispondente alle necessità di quanti devono convivere con una malattia, che richiede controlli puntuali e precisi”.

CONDIVIDI