Nasce l’ippoterapia a Lecce, in collaborazione con l’Esercito Italiano e con il Comune, l’iniziativa è rivolta ai bambini diversamente abili e mira a garantire il servizio gratuito a tutte le famiglie che ne richiederanno l’intervento.

Sissi e Utrio, due splendidi cavalli, sono i veri protagonisti, fedeli amici dei bambini che partecipano. L’associazione IppoSalento è stata sovvenzionata dai fondi che Roberto Martella, delegato ai Servizi Sociali del Comune di Lecce, ha assicurato per i primi tre mesi, garantendo il pieno sostegno anche per il futuro.
Uno strumento messo a disposizione dei cittadini per dar voce a chi nella società spesso necessita di attenzioni maggiori per far fronte alle difficoltà quotidiane. Sono tante le famiglie che autonomamente hanno già usufruito di questo servizio, facendo esclusivamente affidamento su mezzi propri.
L’iniziativa oggi, interamente finanziata, ha aperto una possibilità per tutti e la gratitudine dei genitori che hanno assistito alla presentazione del progetto era chiaramente visibile.
Lo staff dell’associazione è composto da psicologhe, educatrici, istruttori e la location è un grande tendone presso il Centro Ippico Militare “Federigo Caprilli” della Scuola di Cavalleria. I bambini sono portati a socializzare con giochi appositamente studiati per loro in funzione del recupero di abilità.
Per quest’anno saranno quindici i bambini che usufruiranno del servizio ma l’auspicio di tutti è quello di vedere questo numero crescere sensibilmente di pari passo con l’iniziativa stessa, nella speranza che intoppi burocratici non mettano un freno ad una nobile attività che dovrebbe vantare una certa continuità e non esaurirsi nei tre mesi previsti dal finanziamento del Comune.
Pamela Villani

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 + sei =