Nuovi rossi Le Pitre e dolci al cioccolato. Questo il binomio con cui Mottura vini del Salento si presenta al Vinitaly, dal 25 al 28 marzo. L’azienda di Tuglie (Lecce) sarà protagonista alla fiera di Verona con un dolce appuntamento. Lunedì 26 marzo (dalle 15 alle 17) presso lo stand G2 Padiglione 10 – Puglia Mottura propone un laboratorio del gusto con l’anteprima della nuova annata de Le Pitre: il Primitivo e il Negroamaro del Salento.

Le due eccellenze enologiche proposte da Mottura saranno abbinate alle creazioni dei maestri dolciari dell’Alda, la famosa casa che rivisita l’arte pasticcera pugliese più tradizionale in chiave moderna. Si va dalle proposte al cioccolato, come i “Ficolì” al vino cotto di Primitivo (cremino di fichi con puro fondente extra) o le “Amorene” (amarene candite in crosta di puro fondente), fino alla “Cotognata” retaggio di una tradizione antica e sempre viva nella cultura dolciaria della Puglia e alle creazioni in pasta di mandorla, perfette da abbinare con il Moscato di Trani di Villa Mottura, prodotto esclusivamente con uve raccolte a mano quando sono leggermente surmature.
“Il progetto “Le Pitre” nasce nel 2005 e mira ad esaltare le potenzialità delle uve autoctone, ottimizzare il rapporto tra terroir e vigna e migliorare la genetica con ricerche clonali. – spiega Barbara Mottura, titolare dell’azienda Mottura – Ogni vino nato da questo progetto è un’espressione unica del proprio territorio, ha la propria identità, storia e personalità, ma con uno spirito e uno scopo comune: insieme rappresentano il meglio del Salento, e dei valori di Mottura. Questi vini dalla spiccata personalità e autentici nascono dalla Tenuta “Le Pitre”. Le varietà coltivate sono Primitivo, Negroamaro, Chardonnay e Fiano e vengono prodotti da vigneti di 60 anni allevati ad alberello con una naturale bassa produzione che consente una maggior concentrazione di aromi e profumi nei grappoli.
Vini speciali che stanno già ricevendo riconoscimenti nel mondo dell’enologia mondiale come il Primitivo Igt Rosso Salento che ha vinto la medaglia d’oro al Berliner Wein Trophy, il concorso enologico internazionale svoltosi a Berlino. Un premio importante per noi che attesta l’impegno e la passione di tutto il team Mottura”.
Oltre ai prodotti Le Pitre Mottura sarà presente con tutte le altre eccellenze enologiche, dai bianchi, ai rosati fino ai vini dolci.
Insomma l’azienda salentina rappresenterà, anche quest’anno, l’essenza più autentica del Salento, in occasione della 46a edizione del Vinitaly, per far riscoprire quei vini dalle rare caratteristiche qualitative che l’enologia italiana ha saputo esprimere.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × 2 =