L’importanza per i cittadini, nell’era della velocità delle comunicazioni, è quella di poter osservare in tempo reale l’operato della Pubblica Amministrazione. “A Lecce – assicura Melica –  farò una rivoluzione digitale”

Il sito internet di un Comune deve avere prima di tutto chiarezza, velocità e trasparenza sui lavori dell’Assise, ha commentato il candidato sindaco dell’UdC a Lecce, Luigi Melica. La trasparenza ed il governo partecipato sono adempimenti previsti dalla legge e  costituiscono a forma di prevenzione delle clientele. La tendenza del nuovo codice dell’amministrazione digitale è quella di offrire ai cittadini di verificare l’operato della Pubblica amministrazione proprio grazie al suo canale istituzionale on line, il sito internet e sancisce un vero e proprio diritto dei cittadini all’uso delle tecnologie telematiche nelle comunicazioni con la P.A.

Dall’articolo  3, sul diritto dei cittadini a richiedere ed ottenere l’uso delle tecnologie telematiche nelle comunicazioni con le pubbliche amministrazioni, passando per l’articolo 7, sulla qualità dei servizi resi a soddisfazione dell’utente, tutte le comunità si stanno riorganizzando per l’e-democrazy, la partecipazione democratica dei cittadini di cui all’articolo 9.Lo ha illustrato questa mattina in conferenza  stampa presso l’hotel President, Luigi Melica.

Il Piano per l’e-government 2012 promuove l’attuazione del Codice dell’Amministrazione Digitale e favorisce il piano di azione europeo sull’e-government indirizzato allo sviluppo dell’accesso telematico ai servizi pubblici, all’attuazione della trasparenza ed alla semplificazione delle procedure.

Sul sito di Lecce, Melica rileva: al primo collegamento ci sono serie difficoltà di caricamento dell’home page; manca il programma del sindaco eletto alle precedenti elezioni: solo così, infatti, i cittadini possono verificare a che punto è l’attuazione dello stesso da parte della P.a.; manca il bilancio di mandato. Nel confronto con altre città si riscontra: l’esempio di Iesi in cui, oltre al programma del Sindaco ed alla sua modifica nel corso del mandato,  è presente l’indice di produttività e quindi vi è trasparenza. L’esempio di Udine, esiste una mappa con la segnalazione dei disservizi, il superamento degli stessi. Tale forma di collegamento tra la PA ed i cittadini è una chiara forma di prevenzione delle clientele. L’esempio di Trento, esiste una rubrica che si intitola: mi interessa. Andare all’estero; Trasferirsi, Viaggiare;Avere un figlio Adozione, Prima infanzia; Avere una casa, Acquistare casa, Affittare/prendere in affitto casa, Cambiare casa, Costruire/ristrutturare casa, Gestire la casa Avere una famiglia,Adozione, Aiuto e sostegno familiare, Matrimonio, Perdere un proprio caro;Donare il proprio tempo;Fare il volontario, Servizio civile; Fare / subire una denuncia; Assegnazione difensore civico, Denunce civili e penali, Pagare o ricorrere contro sanzioni; Gestire un’attività;Aprire un’attività, Cessare un’attività; Lavorare,Cercare lavoro, Svolgere commercio fisso o ambulante; Pagare le tasse,Imposta comunale sugli immobili (ICI), Tariffe, imposte e canoni comunali;Studiare,Scuole elementari e d’infanzia, Scuole elementari e medie, superiori e professionali;Usare un mezzo di trasporto;Forme di mobilità alternativa, Utilizzo dell’automobile;Vivere in salute;Assistenza medica, Assistenza sociale;Vivere l’ambiente;Avere un animale, Fare sport, Forme di mobilità alternativa, Vivere la natura;Vivere tempo libero e cultura;Biblioteche e archivio storico, Eventi culturali, Fare sport

La democrazia sociale del terzo millennio passa dalla democrazia digitale.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.