Alfredo Mantovano (foto di Antonio Castelluzzo)“La definizione positiva della vicenda dei militari del Battaglione San Marco Massimiliano La Torre e Salvatore Girone – spiegano Alfredo Mantovano, deputato del Pdl, e Adriana Poli Bortone, senatrice Grande Sud – dipende dalla mobilitazione di tutti, in base alle competenze di ciascuno, ma anche dal modo in cui le autorità indiane coglieranno fino in fondo la decisa e unanime volontà delle istituzioni europee, dell’intera Nazione italiana, e della Puglia, da cui entrambi provengono, tesa a giungere alla loro liberazione.

Per questo chiediamo al ministro degli Affari Esteri Giulio Terzi di Sant’Agata di coinvolgere la Commissione europea nella trattativa e nella pressione diplomatica nei confronti dell’India. L’Italia e il Sud dell’Italia, in particolare, è sempre stata generosa nel contributo alle più delicate missioni di pace e di ricostruzione, sotto l’egida europea, della Nato, dell’Onu: che tali organismi oggi recitino la loro parte per riportare a casa i due marò è il meno che ci si possa attendere. Riteniamo inoltre che la Puglia debba levare con maggiore forza la sua voce, a cominciare dal gesto simbolico, ma significativo, di esporre la foto dei due militari, o lo striscione che ne chiede la liberazione, sul Palazzo della Regione e sui Palazzi dei Municipi pugliesi, in primis quelli di Bari e di Taranto, città di origine dei prigionieri: in tal senso rivolgiamo un appello al Presidente Vendola e ai Sindaci Emiliano e Stefano, oltre che a tutti i sindaci pugliesi”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 + quindici =