Ammontano a più di 500 gli articoli tra bigiotteria e abbigliamento, sequestrati dalla guardia di finanza di Casarano nelle ultime ore, in un negozio di Melissano. Tutti  i prodotti sono privi dei requisiti richiesti dal Codice del Consumo.

In particolare, sulle confezioni o sulle etichette dei capi sequestrati, mancavano le indicazioni, in lingua italiana, della denominazione legale o merceologica del prodotto, del nome, della ragione sociale o del marchio del produttore o dell’importatore qualora il prodotto venga realizzato fuori dall’Unione Europea, dell’eventuale presenza di sostanze che possano arrecare danno all’uomo, alle cose o all’ambiente e delle eventuali precauzioni sull’utilizzo del prodotto in condizioni di sicurezza.

La titolare dell’attività sottoposta a controllo, una cinese di 44 anni residente nel Sud Salento, è stata denunciata per la violazione delle disposizioni del Codice del Consumo per la quale è prevista una sanzione amministrativa che può superare i 25 mila euro.

La costante attività di servizio a contrasto della commercializzazione di prodotti non sicuri o addirittura contraffatti è volta non solo a tutela della salute degli acquirenti in ragione dell’utilizzo di materiali, fibre e trattamenti coloranti non conformi agli standard minimi di qualità, ma anche a garanzia della leale concorrenza e del corretto funzionamento del libero mercato.