Il capitano del Palermo Fabrizio Miccoli salterà la sfida di domenica a Lecce. In città non sono mancate le polemiche per l’ammonizione rimediata sabato sera contro la Roma, che a detta di molti è stata cercata dal giocatore per non giocare contro la sua squadra del cuore. “Infastidito da queste voci?

Succede sempre cosi’ – afferma Miccoli a Radio Radio Palermo in occasione dell’inaugurazione del centro comerciale Conca d’Oro – Devo ripetere sempre le stesse cose. Quando gioco una partita penso solo a quella non alle prossime. Se un giocatore della Roma non si intrometteva tra me e l’arbitro l’ammonizione non sarebbe arrivata. Ogni volta che faccio qualcosa io viene ingigantita. Sono dispiaciuto, mi e’ stato detto di tutto per questa ammonizione. Succede sempre cosi’, pero’ nessuno dice che da tre anni faccio gol al Lecce. Da tre anni il presidente mi chiede se voglio giocarla e ha lasciato sempre scegliere me. Lo scorso anno ho segnato nel primo tempo, poi Rossi mi ha sostituito e mi hanno criticato a Lecce perche’ ho fatto gol e a Palermo hanno detto che sono voluto uscire io. Non ho mai nascosto che per me e’ una partita particolare, ma ho sempre segnato”. Tornando alla partita di domenica Miccoli dice: “Faremo una grande partita e torneremo da Lecce con un gran risultato. Siamo un po’ giu’ ma abbiamo la consapevolezza di riuscire a riscattarci”.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.