Un partenariato di 14 città europee che per cinque anni creeranno una rete per lo sviluppo e la promozione artistica. E’ il progetto CreArt che è stato presentato questa mattina al Comune di Lecce, uno dei protagonisti dell’impresa.

CreArt nasce dall’idea proposta dal comune di Valladolid in Spagna, con il quale Lecce è gemellata attraverso un rapporto sempre più proficuo e che adesso legherà a sé anche altri dodici partner di altrettanti stati europei che hanno aderito al bando promosso e finanziato dalla Comunità Europea.
L’Agenzia Esecutiva Istituzione Audiovisivi e Cultura della Commissione Europea, ha infatti concesso il finanziamento a soltanto 14 dei 54 bandi proposti per progetti di cooperazione pluriennali e tra questi è rientrato anche il CreArt, che ha voluto tra i protagonisti anche Lecce e soltanto un’altra città italiana, Siena. Grazie quindi ad un budget di 3.437.300 euro, sarà possibile creare una piattaforma europea per lo scambio di conoscenze, idee, innovazione e per la promozione della creatività.
“E’ da sottolineare la valenza di questa iniziativa”, ha constatato il Sindaco Paolo Perrone, che ha presenziato questa mattina alla conferenza a Palazzo Carafa, assieme agli assessori alla cultura Massimo Alfarano e alle politiche comunitarie Gaetano Messuti. “Si creerà una rete di città che punteranno sulla cultura e uniranno le proprie esperienze per uno scambio ed un arricchimento culturale e artistico. Qui a Lecce cercheremo di fare destinare le iniziative che più saranno di aiuto ai tanti giovani artisti del nostro territorio.”
E gli artisti saranno infatti i protagonisti di questo progetto. Da Maggio, non appena avrà preso il via, verrà fatta una selezione dei partecipanti locali, scelta che verrà ripetuta per quattro anni fino al 2015. Dopodichè, attraverso un’analisi del territorio dal punto di vista culturale, partiranno una serie di iniziative lungo l’arco dei cinque anni in cui si estende il progetto. Workshop, incontri formativi, conferenze, programmi di Residenza Artistica nelle varie città partecipanti, seminari e molto altro saranno quindi i momenti principali di CreArt, che promuoverà in questo modo “l’unità europea attraverso le arti visive, della pittura, della fotografia, della scultura, dell’architettura, ecc…”
Le città che parteciperanno al progetto assieme a Lecce e a Siena e a Valladolid che ha ideato CreArt, saranno Linz in Austria, Kaunas e Vilnius in Lituania, Arad e Harghita in Romania, Aveiro in Portogallo, Londra in Inghilterra, Delft in Olanda, Kristiansand in Norvegia, Pardubice in Repubblica Ceca e Wroclaw in Polonia.
Sono tutte città che dal punto di vista culturale hanno tantissimo da offrire e che grazie a alle iniziative che nasceranno avranno modo di confrontarsi e di arricchirsi culturalmente a vicenda. Sono previsti infatti anche una mostra europea itinerante e un programma di diffusione e di trasferimento delle attività e dei risultati tra le varie città interessate.
“Questa iniziativa darà anche un incentivo alla candidatura per Lecce Capitale Europea della Cultura per il 2019,” spiega Massimo Alfarano. “Sarà un’ulteriore risorsa per questa idea che vogliamo portare a termine e che vedrà nei prossimi giorni un incontro con tutte le associazioni sul territorio perché si crei un calendario apposito per dare concretezza al progetto.”
Soddisfazione anche da parte dell’assessore Messuti che ha tenuto a sottolineare “l’importanza dei gemellaggi, purtroppo criticati dall’opposizione perché ritenuti inutili e che invece si sono rivelati estremamente proficui e continuano ad esserlo.”