“Il Governo regionale ora deve trovare una soluzione al dramma dei dirigenti medici de-stabilizzati che subiscono una disparità di trattamento da provincia a provincia. Siamo soddisfatti che sia stata accolta la nostra richiesta a convocare una seduta

della Commissione competente, programmata per lunedì 2 aprile. In quella sede si potrà discutere  della questione e individuare una soluzione omogenea su tutto il territorio regionale che restituisca dignità e serenità ai lavoratori e garantisca i livelli essenziali di assistenza sanitaria per i cittadini”.
Lo ha detto il presidente del Gruppo Udc alla Regione Puglia Salvatore Negro all’inizio dei lavori della Commissione Sanità riunita questa mattina in Via Capruzzi a Bari.
“Appaiono incomprensibili – ha sottolineato il capogruppo Udc – le motivazioni che giustificano la stabilizzazione di questo personale solo in una Asl pugliese. Una difformità di comportamento da provincia a provincia che è inaccettabile agli occhi del cittadino comune. Sarebbe opportuno e auspicabile che si ristabilisca una uniformità per tutte le Asl del territorio pugliese, mettendo gli altri direttori generali al passo del collega della Bat”.
“Auspicabile anche – ha continuato Salvatore Negro – è che venga individuata una soluzione alla vertenza dei 50 autisti e 50 OSS che prestano assistenza domiciliare ai malati oncologici dell’Asl di Lecce i quali, a distanza di 11 giorni dal termine del contratto, non hanno ricevuto alcuna garanzia di un’ulteriore proroga. Una lenta agonia che provoca mortificazioni sia ai lavoratori che agli utenti che usufruiscono del servizio e sono già duramente provati dalla malattia”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 + tredici =