“Gli oltre 100 milioni di trasferimenti in più alla Puglia sono il risultato di un’attenzione che il Governo Monti, sostenuto dall’Udc grazie all’intuito del nostro leader Casini,   sta dedicando al Mezzogiorno d’Italia.

Un’attenzione che è mancata nel precedente governo il quale, con la regia di Tremonti, ha privilegiato esclusivamente le regioni leghiste”.
Lo ha detto il presidente del Gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro, commentando la notizia sull’assegnazione di 108 milioni di Euro alla nostra Regione frutto dell’accordo per il riparto fra le Regioni del Fondo Sanitario Nazionale.
“Senza l’intervento del ministro Balduzzi, le regioni del mezzogiorno avrebbero ottenuto 40 milioni di Euro in meno rispetto alla proposta prevista dal Ministero della Salute – ha commentato il capogruppo Udc –.  Per la Puglia è una buona notizia che certo non cade dal cielo ma è frutto anche di quel Piano di rientro e della competenza dell’allora assessore Fiore,  che ha permesso alla nostra Regione di essere nei parametri imposti dalle Regioni virtuose. Mi auguro che la maggioranza e l’altra opposizione oggi vogliano ricordare e riconoscere che il voto dell’Udc, determinante per l’approvazione del Piano, privilegiò gli interessi generali accantonando gli interessi di parte ed evitò il commissariamento della nostra Regione. Un piano, al contrario, avversato da altre forze politiche che oggi hanno invertito la rotta e si sono messe sulla nostra stessa strada di “opposizione responsabile”.
“Quello del Governo Monti, quindi – ha concluso Salvatore Negro – è un segnale forte di discontinuità rispetto al governo passato e di incoraggiamento che auspichiamo si traduca in una piena attuazione del Piano di rientro e in una maggiore attenzione ai servizi sanitari da rendere al cittadino  ed in una possibile riduzione della pressione fiscale”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette − 14 =