Quattro mesi di carcere con pena sospesa ad uno dei netturbini dell’Axa beccato a spasso durante l’orario di lavoro. La posizione di Antonio Solito, 52enne di Taranto ma residente a San Cesario, è stata stralciata dalla grossa inchiesta coordinata dal pm Alessio Coccioli.

L’uomo è accusato di interruzione di pubblico servizio.

Il 17 giugno di due anni fa, piuttosto che ripulire via Palmieri, sarebbe andato a fare la spesa e a sbrigare alcune faccende domestiche.

Il patteggiamento si è svolto in mattinata davanti al gup Giovanni Gallo.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.