Il gup Annalisa De Benedictis ha assolto perché il fatto non sussiste ex sindaco di Ugento Eugenio Ozza, accusato di rifiuto o omissione di atti d’ufficio. I fatti risalgono a tre anni fa.

Ozza avrebbe, secondo la tesi accusatoria, omesso di provvedere alla chiusura di un locale, sulla base di una relazione dell’Arpa che riteneva lo stesso locale fonte d’inquinamento acustico. Ma il difensore Carlo Scarcia ha dimostrato come quella relazione non sarebbe mai arrivata sulla scrivania dell’allora sindaco. Si sarebbe fermata su quella dell’architetto del comune Simonetta Mennonna, anche lei imputata e assistita dall’avvocato Stefano De Francesco, che però all’epoca dei fatti contestati era assente perché in maternità.

Entrambi sono stati assolti con formula piena.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

15 + 13 =