Tre anni e quattro mesi di carcere ciascuno sono stati inflitti in abbreviato a Gabriele Antonio De Paolis, 44enne e Giuseppe Perrone, di 55, entrambi di Galatina.

Tutti e due gli imputati sono coinvolti nell’inchiesta, condotta dagli uomini della guardia di finanza di lecce, che ha portato alla luce i presunti interessi della criminalità organizzata sulle aste truccate. Su richiesta del pm Elsa Valeria Mignone è stato invece assolto Marco Mazzotta, 55enne di Lecce.
L’operazione “Canasta” che ha impegnato le forze della Direzione Distrettuale Antimafia di Lecce e della Guardia di Finanza, per oltre due anni, e che aveva permesso di scoprire un importante meccanismo di truffe di aste giudiziarie, collegate agli ambienti di stampo mafioso, aveva portato undici ordinanze di custodia cautelare, di cui 5 in carcere e 6 agli arresti domiciliari e un totale di 40 indagati.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 − undici =