Il sostituto procuratore della direzione distrettuale antimafia Elsa Valeria Mignone ha chiuso le indagini su 26 persone coinvolte nell’operazione “Peter Pan”. Tutti gli indagati sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere dedita al traffico e allo spaccio di stupefacenti.

L’inchiesta andata avanti per tre anni, sulla base di intercettazioni telefoniche e ambientali, ha permesso di sgominare il gruppo affiliato al clan Tornese di Monteroni di Lecce. Il gruppo, sgominato dalla polizia di stato, era costituito soprattutto da nuove leve, e agiva nel territorio salentino (Monteroni, Porto Cesareo, Arnesano) e brindisino. Nell’ultimo periodo il traffico illecito si era spinto sino a Brescia. Ora gli indagati hanno venti giorni per presentare eventuali memorie o chiedere di essere ascoltati, prima che la procura decida se richiederne o meno il rinvio a giudizio.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.