Dal 23 al 25 marzo 2012, presso Basiliani Resort di Otranto, si svolgerà il XII Convegno nazionale “Insieme dall’isolamento alla rinascita”.
Gli antichi dicevano che il Mediterraneo inizia e finisce con l’ulivo perché è una pianta che potrebbe definirsi immortale grazie

alla sua capacità di rigenerarsi dalla ceppaia. Le sue fronde simboleggiano la luce, la pace, la vittoria, la rinascita e scandiscono così la nascita, la morte ed i momenti più importanti della vita. Il suo fogliame grigio verde dona al paesaggio una pennellata intensa che apre alla speranza.
IL COMITATO DI COORDINAMENTO NAZIONALE rappresenta in Italia gruppi AMA (automutuoaiuto) e promuove ogni anno un convegno nazionale che favorisce lo scambio di esperienze sui temi specifici del lutto e della perdita di una persona cara.
Il convegno è un’opportunità per far conoscere e diffondere i gruppi di auto-mutuo-aiuto come risorsa attiva nella struttura sociale ed è rivolto a tutti coloro che operano in campo sociale e sanitario (infermieri, psicologi, assistenti sociali) e alle persone colpite dalla perdita di un proprio caro.
Fornire gli strumenti per far nascere nelle proprie realtà territoriali gruppi AMA e confrontarsi sulle tematiche riguardanti il lutto sono, quindi, gli obiettivi del convegno.
PROGRAMMA

Venerdì 23 Marzo
ore 14:00 Iscrizioni
ore 14:30 Apertura dei lavori e saluto delle autorità
ore 15:00 “Da Reggio Emilia a Otranto”
relatori G. Saccani e V. Campanile
ore 15:15 “La luna tra i Gelsi” spettacolo di “Rimanere Insieme”
ore 15:30 Affrontare il dolore con il sostegno dei gruppi AMA
relatore A. Pangrazzi
ore 16:15 Testimonianze di genitori e fratelli
in lutto che hanno preso parte a un gruppo AMA
ore 17:30 Pausa
ore 18:00 Le parole per dirlo…
ore 18:10 Il gruppo AMA: aspettative e risultati
relatore G. Genovese
ore 18:40 Discussione in plenaria
ore 19:50 Chiusura lavori
ore 20:00 Cena
ore 21:10 Intrattenimento

Sabato 24 marzo
ore 08:45 Musica per l’accoglienza
ore 09:00 Segni simboli e riti nell’elaborazione del lutto – moderatore L. Corciulo
ore 09:05 L’importanza dei linguaggi espressivi
nel nostro territorio, il legame con la tradizione, Il confronto con le altre realtà: importanza e benefici
relatore M.A. Gelati
ore 09:20 I nostri segni
relatori A. De Padova e C. Chiarello
ore 10:00 Il ruolo dei media nell’elaborazione
del lutto e nella creazione dell’immaginario
della collettività
Sostegno in rete dei gruppi AMA
moderatore L. Coluss o
relatore A. Micalizzi
ore 10:20 Testimonianze
ore 10:40 Pausa
ore 11:00 Spettacolarizzazione del linguaggio
relatore giornalista
ore 12:30 Discussione
ore 13:30 Pranzo
ore 15-18:00 Gruppi di lavoro
1. Genitori in lutto – A. Pangr azzi e G. Geranzani
2. Lutto e sessualità – E. Cazzaniga e P. Bartolazzi
3. Suicidio – A. Loperfido e G. Zoldan
4. Lutto e adozione – A. De Padova e R. Motta
5. Separati e divorziati dopo il lutto –
D. Pangr azzi e F. Crescenzi
6. Supporto on line e risorse in rete –
D. Macca e L. Raponi
7. Facilitazione gruppi AMA –
G. Genovese e T. Caruso
8. Fratelli in lutto – M. Ballarin e T. Calligaris
9. Il tempo degli addii prima e dopo la morte di
una persona cara – L. Crozzoli, M. Crisetti, V. Campanile
10. Quando finisce il lutto – L. Coluss o e P. Corneli
11. Donazione d’organi ed elaborazione del lutto – O. Scaramuzzi e G. Saccani
12. Il lutto e la scuola – F. Zambon e D. Saccani
13. Lutto e spiritualità – L. Corciulo e F. Brambilla
ore 18:10 Pausa
ore 19:40 Cena
ore 20:30 Visita alla Basilica Orsiniana di Galatina (Le) sec XIV

Domenica 25 marzo
ore 8:45 Musica per l’accoglienza
ore 09:00 Disperazione e trasformazione nei
gruppi AMA
relatore O. Scaramuzzi
ore 09:20 Testimonianza di A. Cafarelli
ore 09:30 Lutto e sofferenza nel corpo moderatore E. Cazzaniga
ore 09:40 Come affrontare la precarietà della
salute psicofisica in seguito alla perdita
di una persona cara
relatore S. Nuzzo
ore 10:00 Come affrontare la precarietà in seguito alla perdita del proprio ambiente di vita
relatore R. Motta
ore 10:40 Discussione
ore 12:00 Chiusura dei lavori e presentazione
del convegno 2013

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × 3 =