Foto di Antonio CastelluzzoPankiewicz, alle 18.15, sulla sua bacheca Facebook, ha pubblicato il seguente post: “Carlo Salvemini è un raffinato uomo politico di sinistra, mite e sinceramente aperto al dialogo”. “Leggendo i giornali di oggi – dichiara Pankiewicz – vedo che qualche amico del centrodestra si ostina a voler dipingere Carlo Salvemini come un bieco vetero comunista. Nulla di più inesatto.

Carlo è un raffinato uomo politico di sinistra, determinato, ma mite e sempre sinceramente aperto al dialogo. Con la sua associazione Lecce 2.0 dodici ha organizzato validissime iniziative politico-culturali, utilissime per tutte le forze politiche. Insieme a lui – continua il Capogruppo dell’Udc – ho avuto, più di una volta, il piacere di scendere in piazza per battaglie condivise. In particolare mi piace ricordare quando, nel giugno 2011, abbiamo parlato in piazza Sant’Oronzo per festeggiare la vittoria nei referendum. Quando, la sera del 13 febbraio 2011, dai gradoni del “Sedile” abbiamo parlato per solidarizzare con le donne, nel corso della manifestazione “Se non ora quando?”. E quando abbiamo organizzato, insieme a qualche altro amico, la manifestazione “In difesa della Costituzione”, sfilando il 12 marzo 2011 per alcune vie di Lecce, con le bandiere tricolore, cantando l’inno nazionale e poi pronunciando i nostri discorsi sul palco allestito davanti a Santa Croce. Si possono anche non condividere alcune idee di Carlo – conclude Pankiewicz – ma Salvemini, per la politica leccese, è una risorsa”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × tre =